1. In trasferta (secondo tempo)


    Data: 02/11/2018, Categorie: Comici Autore: Yaz, Fonte: EroticiRacconti

    Il giorno dopo. Beato me ne sto dormendo, quando un leggero fastidio sulla guancia mi aiuta ad aprire gli occhi. Due occhioni azzurri mi guardano, i capelli biondi che piovono sul mio volto: un sorriso che non lascia repliche. E' la topolona americana della notte precedente: eccola li, non aspettava altro che il mio risveglio. "Good morning...." pronuncia con una voce incredibilmente sensuale, o forse sono io che mi sono già innamorato? Abbozzo un sorriso, dopotutto sono sveglio da tre nanosecondi, ancora devo prendere coscienza di me stesso...... La signorina, evidentemente non sazia della notte precedente (per info, è quella che aveva detto di amare l'Italia, ora capisco perchè) vedendomi sveglio, inizia a scendere lungo tutto il mio corpo nudo, coperto solo dal lenzuolo. Il condottiero riposa ancora, ma non appena le sue labbra arrivano sulle mie cosce ecco che reagisce, pronto. Fa un lungo, sensuale, giro attorno a lui, che nel frattempo diventa di marmo, prima di coccolarlo e prenderlo finalmente tra le labbra. Mai vista una tipa con cosi' tanta voglia di cazzo in vita mia, si vede che gli americani son proprio negati, visto che non mi considero minimamente uno "che ci sa fare". Meglio così va. Finita l'opera, con tanto di ingoio (altro che buongiornissimo kaffèèè!) mi offro di andarle a prendere qualcosa in cucina, è il minimo che posso fare. Lei acconsente, baciandomi delicatamente ancora li, volendosi assicurare che sia tutto in stato regolamentare. Lentamente mi ...
     alzo, e indosso solo un paio di pantaloncini da calcio. Il KO tecnico risveglio + pompino si fa sentire, e con una insicurezza disarmante avanzo verso la porta. La apro e mi butto in cucina, dove trovo B intento a preparare qualcosa "We allora? Come è andata?" chiedo. Si gira, gesticola con la mano "Tanta roba. Me la son scopata tre volte in tutti i modi (ah, B tende a fantasticare il piu' delle volte, fidatevi) ancora non ci credo. Adesso le porto qualcosa da mangiare, sia mai che mi ricompensi in qualche modo. Tu invece, tutto ok con Caroline (il nome della bionda)?" Nota che sono mezzo rimbambito "Si si, anche a me è andata bene. Mi ha pure svegliato con la sorpresa oggi: aveva na fame incredibile" commento, avvicinandomi a lui "Dai che ce le chiaviamo per tutta la settimana queste!" risponde entusiasta B, ma io subito gli faccio presente "Si si bravo, intanto segnati: Yastrzemski, taglia M, maglia vintage. Entro il week end prossimo voglio il mio premio" Prendo il mio primo vaffanculo della giornata. Rimango solo in cucina, preparo due cose anche io e torno di la. Mangiamo assieme, parliamo poco, si vede che lei ancora ha una voglia irrefrenabile e allora mi "tocca" fare "colazione" anche con la sua patonza. A sto ritmo non reggo mica però. Le dico di riposare, dopo l'orgasmo la invito a poggiare la testa sul cuscino e dormire: per fortuna esegue. Vado in bagno, va bene che la figa mi piace, ma avere il suo sapore in bocca per tutto il giorno non sarebbe proprio il massimo. ...
«123»