1. Sandro


    Data: 03/11/2018, Categorie: Tradimenti, Autore: Antonella 64, Fonte: EroticiRacconti

    Antonella Ho letto recentemente su questo sito la storia di un uomo che scopava con sua cognata, quella lettura mi ha riportato con la memoria a una parte della mia vita che tengo gelosamente nascosta, anche se ha distanza di anni la ricordo riapre una ferita mai del tutto cicatrizzata, ma la ricordo con piacere, gli unici a conoscerla di come sono andate la cose siamo in tre ossia io mia sorella e mio cognato Sandro. Tutto e cominciato tanti anni fa, Sandro e mio cognato il marito di mia sorella maggiore, ancora oggi che ha i capelli bianchi fa la sua bella figura all'epoca era un bell'uomo, una persona seria amante della vita della sua famiglia, sapeva di piacere alle donne mia sorella una bella donna senza ombra di dubbio, gelosa fino all'ossessione vedeva il povero Sandro sempre a caccia non era cosi, anche se penso come poi ho avuto modo di costatare Sandro non era insensibile al fascino delle donne se provocato, io lo conosco da sempre e ne sono innamorata nella mia adolescenza lo vedo come il principe azzurro, sempre carino con me sempre pronto a difendermi contro tutti, sempre a coccolarmi, ma mai un gesto fuori posto Arriva il mio 17esimo compleanno ho già il ragazzo Sandro e l'unico a saperlo con lui non ho segreti e il mio confidente decido che e venuto il momento di fare sesso ma non sapevo cosa fare, ho come fare non potevo contare su Luca, aveva già provato a mettere il suo coso tra le mie cosce. Volevo che la mia prima volta fosse memorabile una di quelle ... cose che si ricordano con nostalgia tutta la vita, un pomeriggio sono in giro per il paese, vedo Sandro seduto al bar che chiacchiera con degli amici che conoscevo bene, il nostro e un piccolo paese della riviera ligure dove tutti si conoscono, inoltre Sandro e molto conosciuto fa del sindacato e fa politica in paese, oltre a non essere insensibile a tutte le donne. Cerco di ricordare tutto cio che ci siamo detti per arrivare al punto di non ritorno imprevedibile per me e forse anche per lui, ancora oggi sono convinta che se non lo avessi provocato lui non avrebbe osato anche se mi ha confessato che era tanto che mi desiderava. Mi avvicino per salutarli; ciao Sandro ciao a tutti. Ho la mia meravigliosa cognata che ci fai in giro. Niente di particolare facevo un giro. Dai siediti con noi prendi qualcosa poi ti porto a casa. Ok prendo un gelato. Dopo una mezz'oretta mi dice Anto andiamo. Saluto tutti, mi metto sotto il suo braccio e andiamo verso la macchina. In macchina sono silenziosa e Sandro lo nota subito. Ei signorina perché non parli cosa c'è che non va? Ti posso parlare apertamente. Cosa sta succedendo Anto cosa hai combinato, non sei mica incinta. Ma cosa dici non ho mai fatto nemmeno sesso. Niente niente, proprio niente ma non ci prova ma se non vuoi parlarne lo capisco sono cose tue. No e di questo che volevo parlare con te, volevo sapere come fare, si a Luca per adesso gli o fatto solo delle seghe, ma lui vuole di più, e io penso che sia arrivato il momento ma non so ...
«123»