1. San valentino di shopping e follia.


    Data: 03/11/2018, Categorie: Tradimenti, Autore: Jason89, Fonte: Annunci69

    Passeggiavano per quel centro commerciale alla periferia di una piccola città del nord, l'uno vicino all'altra. Era stato rinnovato di recente, mantenendo quella connotazione di centro medio-piccolo frequentato in particolar modo da famiglie e classe media, con l'aggiunta negli ultimi anni di qualche escort che si era stabilita nei dintorni e di un piccolo numero di immigrati nordafricani della zona. Quella domenica c'era un po' di tutto, in particolar modo coppie con figli, fidanzati, gruppi di amiche in cerca di qualche regalo per San Valentino. Anche Niky e il suo accompagnatore erano lì per lo stesso motivo. Lei, splendida bionda 46 enne, voleva fare una sorpresa speciale al marito: un completino di quelli che piacevano a lui, che non aveva mai smesso di adorare quel corpo sinuoso adornato dai più diversi tipi di intimo, tutti egualmente belli sulle sue forme, ma valorizzati soprattutto dal suo atteggiamento da gattina che da un momento all'altro si trasforma in tigre, una cosa che avrebbe fatto perdere il senno a chiunque. Lui, invece, era un amico conosciuto qualche tempo prima su un sito di incontri, dove lei era attiva e complice assieme al marito. Ventotto anni, cercava qualcosa di simile per la sua ragazza, con la quale stava da quando era poco più che un adolescente ma che non condivideva la sua avventura erotica. Anzi, era totalmente all'oscuro della sua attività. L'idea di andare assieme a cercare il regalo per i rispettivi partner l'aveva avuta lui, buttandola ... lì quasi per scherzo a quella donna così carica di erotismo: "Se le compro quello che ti sei provata tu - le scrisse una sera ridendo ma senza riuscire a nascondere un pizzico di perversione - magari le resta addosso un po' di Niky e sarà quasi come riuscire ad averti, finalmente!". Lei inizialmente l'aveva presa sul ridere, ma poi, dopo aver intravisto un lampo di serietà in quel ragazzo, disposto davvero a vivere e farle vivere un pomeriggio di purissima trasgressione, rilanciò: "Lo faresti davvero? No perché forse tu sei alle prime esperienze, ma non sai con chi hai a che fare...". Lui, sicuramente, era un tipo molto cerebrale. Stava già vivendo quel giorno nella sua mente ma si chiedeva se avrebbe avuto il coraggio di andare fino in fondo. "Però - si disse - se mi sono iscritto a quel sito forse sto semplicemente trovando quello che cerco". "Ok - fu il suo messaggio di risposta - guarda che io domani pomeriggio mi faccio trovare nella hall del centro commerciale, se tu ci sarai secondo me ci divertiamo". Era fatta. I due, che non si erano mai visti di persona, avevano già fatto il primo passo verso le ore di perdizione che avrebbero seguito quella conversazione. Alle 17 del giorno seguente, una domenica, lui se ne stava in piedi, con una gamba poggiata alla panchina in metallo dietro di lui, al centro della hall. Cappotto grigio, jeans neri, capelli ben curati con il gel e appena un accenno di barba curata. Inizialmente aveva dissimulato un po' la tensione giocando con lo ...
«1234...7»