1. Un contadino focoso


    Data: 04/11/2018, Categorie: Trans, Autore: Lucreziaborgia62, Fonte: Annunci69

    Mi aveva contattato su una chat, questo inverno, diceva che era un ragazzo sulla trentina che abitava nel sud della Marche e che era sempre voglioso di scopare, sopratutto trav mature. Diceva che siamo le più porche e amiamo veramente il cazzo, come dargli torto. Dopo aver parlato un pò, gli diedi l'indirizzo di A69, dove vide le mie foto. Subito mi fece mille complimenti, dicendomi che ero una vera vaccona da monta e che voleva assolutamente possedermi in tutti i modi possibili. Io lo ringrazia ma chiesi di vedere alcune sue foto, sul momento mi disse che non ne aveva ma che se le sarebbe fatte e me le avrebbe inviate. Qualche giorno dopo, aprendo la mia posta, vidi una mail con degli allegati, l'aprii e rimasi folgorata, era lui, vestito con una tuta da lavoro, ovviamente slacciata in mdo da fare intravedere il suo corpo e soprattutto il suo magnifico cazzone, mezzo moscio ma che faceva intuire le sue interessanti potenzialità. Ma la cosa che mi fece scattare la mia famosa troiaggine, fu che le foto erano state scattare all'interno di un fienile, così scoprii leggendo la sua mail che faceva il contadino e che viveva da solo in un casolare dalle parti Fermo. Mi lasciò anche il suo recapito telefonico, dicendomi che potevo chiamarlo quando volevo. Non esitai un attimo e lo chiamai subito, dopo qualche squillo mi rispose con una bella voce maschile, sapete di quelle profonde da vero maschio, solo a sentirla mi ero bagnata. li dissi che ero Lucrezia, la trav di A69 e che ... avevo ricevuto la sua mail e ammirato le sue foto, confessandogli che mi ero eccitata tanto, anche lui mi disse che rivedendo ripetutamente le mie foto si era segato tantissimo. Ora però mi voleva ed io gli dissi che non vedevo l'ora di essere sua, ma che per organizzarmi, vista la mia situazione, avevo bisogno di qualche giorno e che poi, avrei dovuto cercare un posto dove alloggiare nella zona. Subito lui mi disse, che mi avrebbe ospitato volentieri, in quanto vivendo solo in una grande casa aveva tutto lo spazio per farmi stare da lui, e vista la voglia mi confesso che saper di avermi sempre a portata di "uccello" sarebbe stato il massimo.<!-- /1013617/Annunci_300x250 --> googletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1493738170950-0'); }); Inoltre mi confessò che avendo la casa in una zona un pò isolata, avrei potuto girare dove volevo sempre en femme così da eccitarlo sempre con le mie procaci grazie, anzi, aggiunse che il suo desiderio sarebbe stato quello di scoparmi ovunque la fantasia del momento ci avrebbe suggerito. Come potete immaginare ero bagnatissima a sentirlo parlare e dire quelle cose e anche se gli confessai che non avevo mai avuto un esperienza simile, in quanto fino ad allora non ero mai stata per più giorni ospite di un uomo, questa esperienza così tanto fantasticata volevo realizzarla. Lui (Claudio, il suo nome), ne fu felice e mi disse che non vedeva l'ora di avermi tutta per lui, per qualche giorno. Mi confessò che era da qualche mese che ...
«1234»