1. un senso di inquietudine


    Data: 05/11/2018, Categorie: Trio, Gay / Bisex, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    Piove, ne viene giù così tanta che sembra un diluvio, talmente forte che ha creato un incidente sull’autostrada bloccandola completamente, e di conseguenza tutto il traffico si è riversato nella superstrada, che ora è ferma e immobile, con file interminabili di macchine. Ho appena avuto il tempo di svincolarmi e di prendere questa vecchia statale che conosco abbastanza, e anche se mi farà fare un giro più lungo, mi riporterà a casa. Si, questa sera voglio tornare a casa mia, anche se arriverò tardi, non ha nessuna importanza. Mi sento dentro uno strano senso di inquietudine, e di insoddisfazione, che mi hanno spinto a mettermi in viaggio, nonostante questo tempo perfettamente in linea con la metà di novembre. Mi chiamo Mario 45 anni, da 26 faccio il rappresentante di gomme, da quando all’età di 19 anni misi incinta Luisa, quella che poi è diventata mia moglie, e mio suocero che allora aveva una piccola officina con annesso un magazzino, mi volle affidare il lavoro di rappresentante, per dimostrare che erano in grado di mantenere la mia famiglia. Dopo cinque anni abbiamo avuto uno sviluppo enorme, al punto tale che abbiamo acquistato un capannone molto più grande, e oggi la nostra attività che non ha conosciuto crisi, o cali di produzione è tra le più importanti realtà in questo settore. Mia moglie, oggi ha preso il posto del padre deceduto qualche anno fa, e dirige tutta la sezione amministrativa, insieme a nostra figlia, mentre io continuo a girare nel centro Italia come ... rappresentante, anche se lei oggi mi dice che dovrei fermarmi, chiudermi in un ufficio, delegare questo lavoro ad un altro, ma io dentro di me ancora non mi sento pronto a lasciare questa vita, che mi permette di girare, di essere libero di gestire il mio tempo come voglio, e soprattutto di godere dei piaceri che essa mi regala. Sì perché, essendo un tipo abbastanza alto, capelli neri ricci occhi azzurri e labbra sensuali, con un fisico asciutto e ben messo, mi sono creato nelle zone dove svolgo il mio lavoro, un giro di amicizie femminili non indifferente, con le quali quando non rientro a casa, passo notti di sesso sfrenato. In particolare ne ho quattro o cinque che si definiscono ”scopa amiche. ” Sono donne sposate o fidanzate, che non vogliono avere legami, che ogni tanto, in media ogni 15/ 20 giorni, amano passare una notte trasgressiva con me, che gli regalo momenti di puro sesso senza nessuna complicazione sentimentale. Questa mattina ne ho incontrata una, la più recente, che ho avuto il piacere di avere nel mio letto. Una giovane ragazza di vent’anni, e dopo aver fatto sesso con me una notte intera, durante la quale mi ha regalato anche la sua verginità anale, è diventata ben presto una troietta di prima categoria. Nonostante sia fidanzata con il figlio del titolare, che, secondo me, si è già avviato verso la totale sottomissione da parte della sua fidanzata, la quale sperava che avemmo passato ancora la serata insieme. Ho inventato una scusa, dicendo che saremmo stati ...
«1234...8»