1. 159 - Papà Paolo insegna a sua figlia Claretta i segreti del sesso.


    Data: 07/11/2018, Categorie: Etero, Incesti, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    Io sono Paolo, ho quarantasette anni, sono sempre stato un uomo equilibrato e orgoglioso della propria famiglia. Oggi, credo che sia venuta l’ora che io vi racconti alcune inquietanti situazioni che sono successe nella mia vita.Faccio un passo indietro……..Quando mia figlia, la piccolina, mi chiamava “papi o papà” mi si rallegrava il cuore e nel mio intimo ne ero felice. Un giorno un mio amico e anche collega di lavoro, mi chiese:“Ma tu, tua figlia, la più piccola, te la scoperesti?”Mi rammento che per poco non gli sferrai un pugno in piena faccia, poi mi calmai e gli risposi:“Ma che cazzo dici???!!! Sei proprio un bel depravato sai!!!”“Parli così perché la tua è ancora piccolina, ma quando crescerà poi mi dirai qualcosa circa la forte attrazione e l’interesse che avrai per il suo corpo, per le sue tette, per il suo culetto e per il suo essere femmina!!!”“Sempre più convinto che sei un gran porco debosciato e pervertito!!!!”“Vedrai, vedrai…..”Il discorso terminò lì, ma mi lasciò dentro un dubbio atroce: E se avesse ragione lui?Clara, la più piccolina delle mie due figlie, naturalmente crebbe e la vidi trasformarsi, notai le sue montagnole crescere e il corpo prendere forma. Tutto ciò però non corrispose mai a quando dettomi dal mio amico. Si, io la osservavo, ma con lo sguardo di un padre che è orgoglioso che la sua piccola creatura diventi poco per volta, prima una donnina e poi una donna. Mi accorsi però di guardare Clara come mai mi era successo quando, allo stesso modo, ... avevo visto crescere Maria, la più grande. Tra di loro c’erano cinque anni e anche Maria era molto carina, ma, forse la diversità del mio atteggiamento, era dipesa dall’età in cui avevo vissuto la loro crescita. Ero molto più giovane quando era nata Maria e avevo davanti a me mia moglie che allora era bellissima e parecchio attraente. Le mie attenzioni in quel momento storico della mia vita erano tutte per lei, la mia fantastica e sensuale sposa!!Forse la colpa fu del mio amico Luciano, forse fu il fatto che mia moglie, dopo due parti, era fisicamente sfiorita, si era arrotondata moltissimo e l’armonia del suo corpo se n’era andata per lasciare posto ad una incipiente cellulite che da nuda le dava un aspetto veramente poco eccitante. Fatto sta, che inspiegabilmente, cominciai ad annotare mentalmente tutti i cambiamenti fisici e caratteriali di Clara. Fu verso i sedici, diciassette anni, che notai un cambiamento più repentino, non solo nel fisico ma soprattutto nel suo modo di comportarsi, non la vedevo più così affettuosa nei miei confronti, quando la sera, prima di andare a letto o mentre si guardava tutti assieme la tv, veniva a farsi coccolare, tutta appiccicata al suo papà.Poi, si chiudeva sempre in bagno e se non era coperta non apriva mai l’uscio per farmi entrare, cosa che fino a poco tempo prima faceva con estrema naturalezza.Al compimento dei diciotto anni, io e mia moglie, invitammo parenti e amici e organizzammo una festa in suo onore. Clara ne fu felice e in quella ...
«1234...7»