1. Sorellina, ti amo


    Data: 07/11/2018, Categorie: Etero, Incesti, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    Erano alcuni anni che continuavamo a scopare ininterrottamente. Le scopavo la fichetta e venivo dentro il suo culo.Ogni notte ci ritrovavamo uno nel letto dell'altro. I voti a scuola calarono un po', ma niente di esagerato e comunque nessun esame a settembre.I nostri genitori non si accorsero mai di quello che facevamo.Le cose cambiarono quanto io compii diciannove anni. Festeggiai con i miei amici la sera in discoteca. Tornai a casa ubriaco.La notte Nicole venne nel mio letto. Voleva festeggiare a modo suo. Si sdraiò sopra di me.Le afferrai i seni sodi ed eccitati la strinsi a me baciandola sul collo, lei muoveva il bacino strofinandolo sulla verga… Si girò supina.Aprì le gambe, mi aspettava, scesi… leccandola, assaporavo i suoi sapori così generosi. Poi afferrò il membro e se lo infilò dentro la sua fichetta vogliosa, la strinsi a me con passione, lei incrociò le gambe attorno alla mia schiena, i suoi fianchi iniziarono dolcemente a roteare, afferrai i seni baciandoli e ciucciando forte, affondando sempre di più in lei, sentivo le pareti della fichetta avvolgere la mia verga, il calore dei suoi umori.Seguiva i miei movimenti, le mie spinte la facevano gemere di piacere, affondavo con dolcezza in quella deliziosa fichetta stretta e morbida, senza peli che le coprivano le grandi labbra rosse dall’eccitazione.Era bellissima e mi lasciai andare alle sensazioni mentre scopavo mia sorella.I corpi sudati si muovevano come un’onda, l’odore di sesso era forte, la nostra eccitazione ... ci aveva portato in uno stato di estasi. Entrai tutto scopandola con forza, con una mano le afferro i seni e le strizzo i capezzoli, mentre l’altra l'ho infilata sotto la schiena, bloccando la sua posizione.Piaceva a entrambi sentire il mio cazzo dentro la sua fichetta. Nicole era bloccata sotto di me e si prendeva tutte le spinte che le davo. Chiuse gli occhi mentre l'orgasmo la raggiunse.Io invece resistevo, perciò spinsi di più, oscillando il culo, e aumentando il ritmo dei miei colpi. Poi, all'improvviso, sentii che stavo per venire. Diedi gli ultimi colpi forsennati e assaporai quell’attimo divino prima di schizzare il mio seme nella fica della mia sorellina, nello stesso momento inarcò la schiena e venne pure lei… di nuovo.“Ti amo, sorellina” riesco a sussurrare ubriaco.Mi addormento subito dopo. Non mi accorgo nemmeno che Nicole se ne era tornata nel suo letto.Il mattino dopo ero in trance. Non riuscivo a svegliarmi e avevo mal di testa. Avevo bevuto davvero troppo in discoteca.In un attimo di pace, dopo che mamma e papà erano usciti per andare a trovare dei parenti, Nicole venne ancora da me, nuda.“Che ne dici del secondo round?”“Perché quando c'è stato il primo?”“Ma amore! Non ti ricordi? Stanotte mi hai riempito la fichetta col tuo seme!”“Sei sicura? Te lo sarai sognato.”“No bello mio. Cosa vedi? Metti due dita dentro. Cosa senti?”Mette una gamba sul letto, aprendosi la fichetta. Era ancora impiastricciata di sborra secca. Le misi due dita dentro. E lì c'era davvero ...
«1234...13»