1. La fine di zia concetta, l'inizio di zia luana??...


    Data: 08/11/2018, Categorie: Incesti, Autore: Mikeles91, Fonte: Annunci69

    Salve a tutti. Vi avevo lasciato poco fà con l'ultimo racconto "Io, zia Concetta...Scoperti". Ringrazio tutti coloro che mi hanno contattato tramite email e pm complimentandosi per il racconto, cercando di avere qualche anticipazione. L'attesa e ormai finita e presto saprete come si è evoluta la situazione. Premetto che questi racconti sono accaduti qualche anno fa, ma ancora tutt'oggi la situazione è in fase di sviluppo. Dopo quella clamorosa domenica in cui zia Luana trovò zia Concetta inginocchiata intenta a farmi un pompino, qualcosa cambiò. Il giorno successivo ci ritrovammo tutti e 3 a casa di zia Concetta per discutere della situazione. La discussione si anima subito tra zia Luana e zia Concetta, e i toni si alzano da parte di entrambe. Già da li comincio a capire che zia Luana e un pò gelosa di tutto ciò che aveva visto. Mentre loro discutono io sono sul divano che le ascolto senza dire nulla, in silenzio. Avevo lo sguardo abbassato, Non avevo il coraggio di guardarle negli occhi. Finalmente dopo circa mezz'ora si cerca di trovare una soluzione. Luana non vuole che si ripeteva ciò che aveva visto tra me e Concetta sia perchè zia Concetta e sposata ed ha dei figli, sia per un'altro motivo che credo tiene nascosto, affermando che se sarebbe successo ancora altro avrebbe raccontato tutto a mio zio Michele (marito di zia Concetta). Zia Concetta gli promette che tutto tra di noi sarebbe finito da li in avanti anche per non avere più problemi. Dopo aver avuto un bel ... cazziatone anche io da parte di zia Luana, decidiamo quindi di prendere questa decisione drastica. Ovviamente decisione presa davanti a zia Luana, giusto per far calmare un pò le acque. Deciso questo Luana doveva andar via per andare a prendere la figlia a scuola.<!-- /1013617/Annunci_300x250 --> googletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1493738170950-0'); }); Ci salutò in fretta e se ne andò. Rimanemmo soli io e zia Concetta e per i primi minuti non volò una parola, finchè suonarono al citofono. Era il marito di ritorno dal lavoro in anticipo. Direi un colpo di fortuna, visto che ancora non avevamo cominciato a far niente. Appena entrato salutai lo zio e con una scusa me ne andai anche io avvolto nei mie pensieri. Il giorno successivo mi contattò zia Concetta. Voleva vedermi. Ovvio che voleva scopare, o almeno ottenere una dosa quasi giornaliera, della mia sborra. La trovai che mi aspettava vestita come al solito, leggins e una magliettina, con le braccia conserte. Mi fece sedere in salotto sul divano e inizio a parlare della nostra situazione, che stava degenerando giorno per giorno. Aveva un tono piuttosto serio. Dovevamo finire di vederci mi disse per il bene della famiglia. Ora che zia Luana sapeva di noi era tutto più rischioso. Io ero li davanti a lei che ricordavo ogni singola scopata. I miei panaloni a stento tenevano la mia erezione spontanea. Pochi istanti e mi sentivo un palo tra le gambe. Subito si accorse del rigonfiamento zia e con un sorriso ...
«12»