1. Nel club privé


    Data: 08/11/2018, Categorie: Trans, Autore: angietrav, Fonte: Annunci69

    1,5 m, permette i miei movimenti, però non troppo. Mi controlla, mi fa girare, mi alza la gonna, mi guarda il culo, la figa anale... tira il guinzaglio violenta e avvicinandosi al mio viso mi alita addosso dicendomi: “senza mutandine eh Chienne, guai a te se mi accorgo che hai il clitoride eretto, fallo sparire e ricordati che ti servirà solo per pisciare, come si dice ”, “si certo, grazie Mistress!”. Di solito sono di indole docile e sottomessa, però con i maschi. Pertanto tremo per la emozione, mi sento un po’ persa, la mia amica Claudia non la vedo e non so cosa mi succederà. La Mistress mi passeggia a piano terra, salutando i presenti e mostrando la sua cagnetta. Con il frustino mi dirige: dà gli ordini con colpetti sulle spalle, mi intima di camminare ben eretta, col culo infuori “grazie Mistress, si certo Mistress ”, mi frusta un po’ più decisa sul culo quando vuole che lo mostri a qualche maschio: “Chienne, tira su, fatti vedere ” mi palpano, mmm che emozione! “grazie Mistress”. Poi lascia un attimo il guinzaglio legato ad una sedia, io resto lì in piedi emozionata per i molti sguardi che sento addosso. La Mistress si è appartata a parlare con dei giovani maschi palestrati e mezzi nudi: mi guardano con sorrisini maliziosi. Adesso andiamo al primo piano, mi obbliga a salire le scale guardando in avanti e ben eretta, sollecitandomi con i suoi colpettini di frusta come fossi la sua cavalla da circo. Arrivati in cima mi tira decisa per il guinzaglio verso i glory hole, mi ... eccito al solo pensiero. Mi fa sedere sulla sedia davanti al foro di sinistra, a destra c’è l’altro foro a circa un metro dal primo. Ci sentono arrivare e subito due bei cazzoni si affacciano. La frusta della Mistress non tarda a mettersi in azione. Con colpetti sulle spalle mi fa prendere in bocca il cazzone che pende dal foro davanti a me, e subito mi spinge la testa fino a toccare con la bocca il foro, cosicché ho il cazzo in fondo alla gola. “Vai, fatti pompare in silenzio e non voglio sentire conati di vomito”, frustata più forte (ahi!). Pompo in silenzio e con piacere, o meglio, è il maschio dall’altra parte che si muove io resto lì a riceverlo con la bocca appoggiata al foro, la sensazione per lui deve essere proprio quella di scopare una vagina, ed infatti il maschio stantuffa con veemenza, incurante dei miei conati repressi. Una frustatina mi dice di allungare la mano destra per prendere l’altro cazzo in attesa, mentre pompo, masturbo l’altro che mi si indurisce in mano. Il primo mi viene in bocca, sento il calore della sborra ed il gemito del maschio dall’altra parte. La Mistress, senza parlare, mi dà una frustatina ed indica l’altra sedia, quindi pompo anche il secondo e lo faccio venire, bevendomi tutto, ed in silenzio. Non faccio in tempo a deglutire e pulirmi che già il guinzaglio mi tira via. “Brava Chienne”, “grazie Mistress”. Docile la seguo nel corridoio, entriamo in una stanza dove ci sono 4 o 5 maschi e femmine che guardano una coppia etero che scopa sul ...
«1234...9»