1. Nel club privé


    Data: 08/11/2018, Categorie: Trans, Autore: angietrav, Fonte: Annunci69

    lettone. Il maschio sopra e la donna sotto, sdraiata sulle spalle con le gambe alzate a V. Decisa la Mistress passa davanti a tutti e mi avvicina al lettone, con la frusta tocca il maschio, il quale, appena vede la Mistress, con un sorrisetto, si alza e si posiziona vicino alla testa della donna mettendogli il cazzo in bocca. La Mistress mi tira, indicandomi di leccare la figa. Mi posiziono in ginocchio sul letto a pecorina e comincio ad assaporare la figa bagnata e col clitoride gonfio, godo a leccare e succhiare, però al tempo stesso mi prende la paura che si svegli anche il mio di clitoride. La Mistress mi ha tirato su la gonna, scoprendo il culo, e subito mi frusta i testicoli (ahi!), nascondo il clitoride ed i coglioni in avanti fermandoli chiudendo le cosce. Poi, mentre continuo a leccare la femmina, la Mistress si diverte a darmi frustatine sul culo, passa il frustino tra le natiche, lo sento che si insinua dentro la figa anale, mmm (non devo eccitarmi!) , poi esce e scende giù, mi fa divaricare le gambe e si diverte a darmi colpetti sullo scroto sempre più forti, “ mmmm, ahi!” dico io. “Silenzio Chienne!” ed arriva una frustata più forte sul culo. I presenti, sussurrano e si eccitano, nessuno osa toccarmi. La signora succhia il maschio e comincia a fremere per l’orgasmo che sta arrivando, eccolo geme, tira via le gambe e le chiude girandosi di lato in preda a convulsioni. La Mistress mi frusta il culo intimandomi “continua, non ti ho detto di smettere!”, cerco di ... continuare a leccare la figa insinuandomi dietro il culo della donna girata di fianco, al sentire la mia lingua di nuovo ha come una scossa elettrica e mi caccia via: “basta!” dice, e continua a succhiare il maschio come fosse il suo ciucciotto. Io mi trovo nel mezzo, la Mistress che mi frusta di dietro e la donna che mi caccia davanti. Finalmente sento tirare il collare con decisione, la Mistress, come spazientita, mi intima “Andiamo Chienne ”. Devo essere svelta ad alzarmi in piedi, tirare giù la gonna e seguire il passo deciso della mia padrona che se ne va. Appena faccio in tempo ad incrociare gli sguardi dei presenti eccitati. Tremo confusa ed eccitata anch’io. Scendiamo al piano terra rapidamente, però sempre con portamento da cavallina, mi tira nei bagni delle donne. Buona idea penso io, devo fare pipì e sistemare il trucco. Ma la Mistress entra in una toilette, ce ne sono quattro separate da pannelli aperti in alto ed in basso, lo spazio di ogni toilette è di circa 2 metri quadrati. Nella toilette, in mezzo c’è il cesso e di lato un bidè. Mi tira dentro con lei, chiude la porta a chiave, e mi intima di inginocchiarmi (meno male che il pavimento è asciutto e pulito, le donne sporcano meno dei maschi). Si apre il body e si siede, sento la cascata di orina, mi guarda fissa negli occhi, non dice niente, percepisco un sorrisetto sarcastico. Si alza, tira il guinzaglio e mi ordina “puliscimi, leccami ”. Obbedisco con piacere. Ha una bella vulva, totalmente depilata e gonfia. ...
«1...345...9»