1. Un marito autoritario


    Data: 25/11/2018, Categorie: Etero, Cuckold, Dominazione, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    Premo il pulsante di accensione della mia BMW ed avvio il motore.Accelero lentamente lasciandomi alle spalle, almeno per una serata, la mia vita abituale e mio marito Stefano.Guido nel traffico della sera e finalmente esco dalla città per prendere la strada che porta fino al mare, ora finalmente inizio a rilassarmi per godermi una serata in libertà: questa sera sono stata invitata, da una delle mie migliori amiche, a festeggiare il suo quarantesimo compleanno in un locale sulla spiaggia. In realtà lei avrebbe invitato anche Stefano ma lui, come ogni sera, lavorerà fino a tardi.La strada è finalmente libera ed io, che adoro guidare e amo le auto potenti, inizio a divertirmi superando un po’ il limite di velocità. Se Stefano fosse al mio fianco mi redarguirebbe subito e mi ordinerebbe di rallentare ed io, come sempre, obbedirei senza discutere.Provo quasi piacere nell’infrangere una piccola regola, ora che l’uomo, che non ne ha mai infranta una, non mi può controllare. Poi penso al rischio di prendere una multa e rallento subito.Niente da fare, nemmeno quando sono sola riesco a non obbedire a mio marito. Chiamato “uomo di acciaio” dagli amici e l’Ingegnere da tutti gli altri. Uno tra gli uomini più potenti della città, stimato, temuto e rispettato da tutti, da suoi dipendenti come dai politici locali. Una vita interamente dedicata al lavoro come la mia è stata totalmente dedicata a lui.Da quando l’ho conosciuto ha sempre fatto qualsiasi scelta al mio posto: volevo diventare ... un’architetto ma lui decise che dovevo studiare legge, volevo poi provare ad entrare in magistratura ma lui decise che dovevo fare l’avvocato, volevo lavorare in uno studio ma lui decise che dovevo lavorare in casa per lui e solo per lui. Nessuno, eccetto lui, sa che, nonostante tutto, sono brava nel mio lavoro e che gli riesco a fornire ogni giorno pareri legali su qualsiasi atto che lui debba sottoscrivere, dimostrando sempre maggiore professionalità del suo intero studio legale. Parere che, tra l’altro, non sempre segue ma questa in fondo è il suo carattere e la sua forza.Anche la nostra vita sociale è frutto delle sue decisioni: lui ha deciso quando e come sposarci, lui ha scelto i nostri amici, lui ha scelto dove vivere, ha scelto di non avere i figli che tanto desideravo, le vacanze in barca e la domenica a messa.Io invece soggiogata dalla sua forte personalità ho sempre accettato qualsiasi sua decisione trasformandomi in suo grazioso orpello, un ornamento alla sua vita perfetta ed impeccabile.Decido di impostare il navigatore che mi conduce esattamente di fronte al locale: sorrido pensando che prendo ordini anche dal navigatore dell’auto!Parcheggio e finalmente entro nel locale: si tratta di una specie di disco bar tutto sommato abbastanza carino e conosco molti degli invitati.Sorrido e parlo un po’ con tutti e provo anche a ballare anche se, in fondo, mi sento un po’ a disagio. La vita monacale, che mi fa condurre mio marito, mi rende un pesce fuor d’acqua in questo ...
«1234...7»