1. Giulia, la prima fidanzatina


    Data: 28/11/2018, Categorie: Prime esperienze, Autore: Inoki, Fonte: EroticiRacconti

    Premessa: E' la prima volta che scrivo un racconto erotico quindi vorrei sapere gentilmente la vostra opinione su ciò che leggerete. Avevo in mente di scrivere una serie di esperienze sessuali che mi sono accadute durante la vita in ordine cronologico. Se riceverò abbastanza consensi non mi limiterò a scrivere solo questo di racconto. Mancava circa un mese alla fine del secondo anno di scuola media, all'epoca avevo circa undici o dodici anni. Gli unici pensieri, come nella mente di qualsiasi giovane di quell'età, erano lo sport, le partitelle con gli amici, la playstation e quant'altro. E' anche l'età delle prime seghe e dei i primi interessi verso il sesso femminile, il mio in particolare era rivolto verso Giulia, una ragazza sull'1.75, bei capelli ricci, tette praticamente inesistenti (anch'ella della mia stessa età) ma un culo e degli occhi azzurri spettacolari. Iniziammo a messaggiare frequentemente tramite il mio vecchio LG Tribe visto che ancora essendo molto piccolo non avevo idea di cosa volesse dire chiedere un appuntamento ad una ragazza. La sorpresa più grande fu che Giulia si rivelò ancora più maiala e "volgare" di un ragazzino in preda agli ormoni pre adolescenziali; ricordo benissimo che disse di volermi saltare addosso per baciarmi ovunque e che a Erice (il viaggio d'istruzione in Sicilia che era alle porte) si sarebbe voluta chiudere in camera con me e starci tutta la notte. Io, per quanto eccitato, non potevo mai immaginnarmi cosa sarebbe realmente ... successo; il mio migliore amico dell'epoca, Luigi, che è due anni più grande di me, mi diede qualche consiglio per baciare meglio (cosa che non avevo mai fatto) e effettivamente il mio primo bacio era ciò che mi immaginavo sarebbe successo al viaggio d'istruzione. Qualche giorno dopo finalmente arrivammo a Erice, era il secondo giorno di pernottamento nell'hotel ed io più altri due miei amici decidemmo di aspettare la mezzanotte per poi andare nella camera di Giulia e delle sue amiche. Senza fare il minimo rumore ci recammo al punto prestabilito e bussammo silenziosamente per non svegliare i prof, le ragazze ci aprirono e noi entrammo velocemente. Giulia era super eccitante, aveva un vestitino lungo che le arrivava fino alle cosce che fungeva da pigiama e risaltava il suo bel culo sodo. Passammo alcune ora a cazzeggiare come fanno tutti i ragazzini, fino a quando decisi di smuovere le acque e con una mossa fulminea presi il reggiseno di Giulia dalla valigia aperta e corsi in camera mia, lei mi inseguì e senza fare troppo rumore bussò alla porta chiedendomi di aprire, la aprii lentamente e lei entrò di colpo. "Ridammi il reggiseno, non è divertente" - disse sgarbatamente. "Su tieni, non ti sarai mica offesa" - le porsi il reggiseno pensando di aver mandato a puttane tutto. Tra me e me pensai: "adesso è finita, ho rovinato tutto". Ma neanche il tempo di finire la frase nella mia testa che mi spinse sul letto e si mise a calvalcioni sopra di me. Non disse nulla, mi guardò negli occhi e ...
«123»