1. Il primo incontro


    Data: 29/11/2018, Categorie: Prime esperienze, Autore: Alex10791, Fonte: Annunci69

    Ci siamo conosciuti casualmente, in un sito non propriamente da "famiglia per bene". Un sito in cui si ha il proprio spazio per "mostrarsi", per mostrare ciò che più aggrada di se stessi. Spesso ovviamente l'oggetto di tali video è il sesso, inteso proprio come organo genitale, soprattutto nel caso dei maschietti, anche se non hanno l'esclusiva. Lei invece, quando la vidi, non mostrava nessun organo genitale, anche se molto vestita non era. Lei, che chiamerò HotB, viveva questa esperienza per il suo unico piacere: quello del sentirsi oggetto del desiderio di centinaia, migliaia di persone che la osservavano, la spogliavano con gli occhi, la desideravano e fantasticavano con il suo splendido corpo. E più pensava a ciò, più si lasciava andare; più si lasciava andare, più la sua eccitazione saliva e si manifestava con la voglia di spogliarsi, di toccarsi, di unire al piacere mentale anche quello fisico. Era totalmente in balia della sua fantasia, della sua mente! E proprio ciò mi aveva profondamente colpito di questa donna. Provai a scriverle in privato, a spiegare anche a lei cosa mi aveva colpito di HotB (che non sapevo ancora se fosse davvero lei, o una sua alter ego dello schermo). E probabilmente la cosa la incuriosii. Ci si sentii spesso e nacque così un rapporto che andava oltre a quello che solitamente si instaura in questi "ambienti". Ed infine ci si scambiò prima skype e poi il numero di cellulare. Non voglio star qui a raccontarvi di come si arrivò al nostro primo ... incontro, ma voglio solo dirvi che non fu immediato, perchè nessuno di noi due aveva bisogno di sesso, di un corpo su cui sfogarsi. Ma l'intesa, il feeling, aumentò sempre di più, si fece sempre più forte e con esso il desiderio di un contatto fisico vero, reale, sincero. Ben sapendo che comunque le nostre vite sarebbero rimaste lontane. Non senza difficoltà riuscimmo ad organizzare un incontro a metà strada (sono molti i km che ci separano) e la notte precedente al giorno tanto atteso poco riusci a dormire. Mille pensieri e mille dubbi. Ma venne mattina e con essa anche il momento di salire in macchina ed incontrarsi.<!-- /1013617/Annunci_300x250 --> googletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1493738170950-0'); }); Giuro, quando vidi HotB, capii subito perchè ero li, capii subito perchè l'avevo fatto e cosa volevo. Ci baciammo come se ci conoscessimo da una vita, come se fossimo stati separati per qualche periodo ma da sempre deisderosi l'uno dell'altra. Le nostre lingue sembravano già conoscersi. Le mie mani sembravano già sapere cosa a lei piaceva. Il suo corpo sapeva già come farmi impazzire. Ma eravamo nel parcheggio all'uscita del casello autostradale; cercammo subito un hotel per poter trascorrere la nostra giornata. E lo si trovò dopo poco. Appena in camera HotB mi saltò letteralmente addosso: io la presi in braccio, con le mani che stringevano il suo culetto e ci baciammo ancora, a lungo. Poi scese e cominciò a spogliarmi! Prima sopra....ma lasciò ...
«12»