1. Nascita di una ninfomane


    Data: 05/12/2018, Categorie: Prime esperienze, Autore: marynella, Fonte: EroticiRacconti

    Torno su questo sito con i racconti delle mie prime esperienze... Mi sono sempre chiesta il motivo di questo attaccamento e piacere per il maschio e il suo organo sessuale...(così come anche la mia psicanalista!). Scavando nella memoria, mi è tornato alla mente un elenco di fatti ed episodi che possono aver scatenato le mie voglie erotiche. Prima tra tutti, le mie prime visite ginecologiche. Mia madre, donna molto cattolica e rigida ma anche bigotta e avara, mi portava sempre dal suo ginecologo di fiducia, un bell'uomo sui 45 anni, affascinante ma ambiguo, il più bravo di Potenza. La prima visita la feci a 14 anni, ero una ragazzina qualsiasi, dai lunghi capelli biondi, gli occhi celesti, un pò cicciottella e molto imbranata, e anche molto ma molto timida! Mia madre aveva molta fiducia nel dottore, e sin dalla prima visita mi fece entrare da sola, aspettando fuori in salotto. Era la prima volta che un uomo mi toccava, almeno in quel modo. Vari ragazzi mi avevano già baciato e toccato il mio piccolo seno, avevano provato a scendere tra le cosce ma li avevo sempre fermati, memori delle minacce e dell'educazione di mia madre. Ora però stavo sul lettino del ginecologo, pronta a spogliarmi. Il dottore mi disse gentile e mellifluo di togliermi prima la maglietta, per visitarmi il seno. Mi spogliai della t-shirt, mi tolsi il reggiseno e rimasi a petto nudo di fronte a lui...lo studio era piacevolmente riscaldato, ma ricordo che i piccoli capezzoli si irrigidirono, non so se per il ... freddo dell'aria comunque o per l'eccitazione del momento...vidi subito lo sguardo del dottore fissarmi voglioso le tettine, provai un istintivo senso di imbarazzo. Mi tocco il seno, lo palpò delicatamente, passò le sue mani calde su tutto il petto cercando non so cosa, poi si passò i capezzoli tra le dita facendomi rabbrividire...risi dall'imbarazzo, lui ricambiò il sorriso...era simpatico...Mi stuzzicò i capezzoli dicendomi che doveva verificarne la sensibilità, gli credetti senza problemi e comunque mi piaceva quel "solletico", poi mi fece rimettere solo la maglietta, senza reggiseno e mi disse di sdraiarmi sul lettino facendomi togliere i jeans e le mutandine bianche. Mi prese le gambe e le poggiò sugli archetti di metallo laterali, allargandomi tutta.Mi sentii strana, con la fichetta aperta e all'aria, era la prima volta, e pure di fronte ad un uomo, seppure un medico!Lui mi guardò bene tra le cosce, poi mi fissò varie volte in viso, mi fece varie domande sulle mie mestruazioni, poi iniziò a farmi delle domande più intime "Marinella, hai già fatto sesso, completo o qualcosa?" e io timida "no mai dottore, niente..." e lui "quindi sei ancora vergine?" risposi arrossendo "si dottore, ancora..." e ancora lui "ma almeno hai fatto sesso parziale con i tuoi compagni o fidanzatini...qualcosa...ti hanno toccato...tu hai toccato loro,sai solo per avere un'opinione medica..." la voce era suadente, vogliosa ed io risposi sincera "no dottore, nessuno mi ha mai toccato lì...e neanche ...
«1234»