1. Il guardiano notturno


    Data: 30/12/2018, Categorie: Voyeur Autore: 1bellox40, Fonte: EroticiRacconti

    Tra i tanti lavori che ho svolto, ho fatto anche il guardiano notturno. Per una settimana, ogni notte dovevo sorvegliare una piccola fabbrica di moda. Avevo indosso la divisa di addetto alla sorveglianza e tenevo in tasca un piccolo manganello. C'era un palazzo di fronte alla fabbrica. Era abitato da molte famiglie. Nell' oscurità della notte, dalla mia postazione, potevo vedere attraverso le finestre aperte dei condomini: mogli che preparavano da mangiare ai loro mariti, ragazzi che guardavano la televisione, ecc. ecc. Poi c'erano tre studentesse universitarie che abitavano al primo piano e mi intrigavano molto. Quando rientravano a casa dall'università, queste ragazze mi salutavano sempre con un ampio sorriso. Il loro sorriso mi eccitava tantissimo tanto che dovevo sforzarmi per trattenere la mia erezione. Una ragazza aveva lunghi capelli neri, occhi neri, seno piccoli e turgidi, un sedere alto e sodo. Indossava una camicetta, una gonna e sandali con tacco alto. Un'altra era alta con capelli corti biondi, occhi verdi, seno florido, gambe tornite e affusolate e indossava una maglietta, una gonna a tubino che le terminava sopra il ginocchio e ai piedi aveva scarpe da tennis. L'ultima ragazza aveva capelli rossi, occhi castani, lentiggini sul viso, labbra morbide e sensuali messe in evidenza da un tocco di rossetto. Indossava una giacca a vento, una canottiera bianca con ampia scollatura, una minigonna colorata e sandali con zeppa. La ragazza dai capelli rossi aveva il fisico ...
     di una modella. Ogni volta che rientravano a casa speravo che aprissero anche loro qualche finestra per poterle ammirare ancora, anche se da lontano. Purtroppo, niente da fare. I giorni passavano e loro mai aprivano le finestre di notte. Stavo perdendo la speranza di poter vedere nude quelle tre belle ragazze, quando proprio l'ultimo giorno della settimana mi sentì chiamare da una finestra del palazzo. Era la ragazza dai capelli rossi che mi invitava a salire da loro per bere un caffè. Io la ringraziai ma declinai l'invito dovevo finire il mio giro di perlustrazione. "Non sai cosa ti perdi.." mi rispose la rossa. Io feci il mio giro, come al solito. Quando tornai di fronte al palazzo, la finestra delle tre ragazze era spalancata. La prima a comparire era la ragazza mora. Era nuda con solo il reggiseno indosso. Appena mi vide, mi sorrise, si tolse il reggiseno e si strinse i seni tra le mani. Ad ogni stretta dei suoi capezzoli, la mora gemeva e mi mandava baci mettendo, prima, la sua mano sopra le sue labbra e, poi, allungandola verso di me. Io iniziai ad eccitarmi, e sentii che il mio membro si induriva. Ad un tratto comparve la ragazza dai corti capelli biondi che si mise dietro la mora e iniziò a leccare la nuca della ragazza mora. Sotto i pantaloni io ebbi una prima erezione. Infine arrivò la rossa, che si mise davanti alle due ragazze, e si sedette proprio sul davanzale della finestra. La rossa lentamente si tolse il reggiseno, poi si abbassò le mutandine e appoggiò una ...
«12»