1. Incontro casuale ma... fantastico


    Data: 31/12/2018, Categorie: Trans, Autore: giannitom, Fonte: Annunci69

    Sono appena passate le festività e finalmente mi voglio concedere un po’ di relax (chissà perché queste feste sono così faticose), per cui mi sono imposto almeno una decina di giorni, dopo il lavoro, di riposo e serate tranquille. Niente bar, niente cinema, niente serate fuori casa, insomma un po’ di giorni da bravo ragazzo. Esco dall’ufficio alle 18 e al solito mi fermo, non ho un bar preferito, a farmi un aperitivo, mi siedo, ordino e mi guardo attorno immerso in pensieri, i più disparati, le prossime vacanze estive, lavori da fare in casa, problemi di lavoro, ecc., e mi ritrovo a fissare una bella mora seduta ad un tavolino dall’altra parte del locale, ma la guardo distratto, a quasi senza accorgermene, anche lei mi osserva, ma anche lei assorta nei suoi pensieri, ci fissiamo ed è solo dopo una decina di minuti che io realizzo e con un sorriso gli faccio il classico gesto con le mani a significare “che vuoi?”. Lei dopo poco si scuote e pure lei, seria, con le mani mi fa segno come dire “sei matto?”, io con un sorriso gli faccio segno “vengo lì?”, lei mi ignora girando lo sguardo dall’altra parte, dopo un paio di minuti rifaccio il gesto e lei con la testa, e un mezzo sorriso, mi fa un segno affermativo, mi alzo, prendo il bicchiere, mi avvicino al suo tavolo e mi siedo dicendo: “scusa, ma non volevo rompere, è stata una cosa istintiva” e lei ribatte: “non fa nulla, anch’io ho fatto un gesto istintivo” ed io: “ sono Gianni piacere” e lei: “io sono Susy”, io: “ti posso ... offrire qualcosa?” lei mi fa segno di no e si mette a guardare il cellulare. Intanto la osservo bene e di sicuro non mi inganno ma è un trans, un bellissimo trans, le creature per le quali vado pazzo, nel frattempo faccio qualche battuta sui clienti che vanno e vengono dal bar, mi giro e vedo che lei sorride all’ultima mia battuta sull’abbigliamento di una cliente, ha un bel sorriso, molto dolce. Lei mi fa: “sai che è 15 giorni che non ridevo” ed io: “come mai, a una bella ragazza come te la vita sorride sempre, ti è successo qualcosa di grave?, lei con una punta malinconica mi dice: “ due settimane fa il mio uomo mi ha lasciato, ed ho sofferto tanto”, gli rispondo: “sai come si dice; via uno ne arriva un altro” e mi sono accorto subito che la battuta non le era piaciuta. Allora accarezzandogli il braccio gli dico: “sai ci sono passato anch’io e so cosa vuol dire, ma poi con il tempo la cosa si attenua e il dolore passa, comunque ti capisco benissimo. Se ne vuoi parlare fallo pure”, lei mi guarda con due occhi da far innamorare e sussurra: “grazie per la tua disponibilità, facciamo quattro passi?”, detto fatto ci alziamo, pago i due conti e usciamo, l’aria è un po’ frizzante e lei si stringe al mio braccio, era una situazione bellissima almeno per me. Quindi cammin facendo comincia a raccontare: “sai sono stata assieme a lui 6 anni, ed è stata una storia molto bella, ma 3 mesi fa quasi all’improvviso ha cominciato a diventare freddo nei miei confronti, anche a letto spesso si ...
«1234...»