1. E' tutto qui, gente!


    Data: 04/01/2019, Categorie: Trans Autore: MarinaBlanc, Fonte: Annunci69

    E’ un sogno ricorrente, un’ossessione: in una penombra che circonda solo me sfumando nel buio più nero man mano che ci si allontana, c’è una lunga fila di uomini nudi che mi sta di fronte e c’è un’altra lunga fila di uomini nudi che sta dietro di me. Quelli dietro non posso vederli, li sento solo, le loro mani, ora frenetici, ora potenti, chi rapido, altri incerti dentro di me, mi usano, si scaricano e si danno il cambio; quelli di fronte non posso vederli perché i miei occhi stanno alla loro mezza altezza, ne vedo solo per un attimo i membri che subito spariscono nella mia bocca calda dove crescono ed alcuni spingono sino a cercarne il fondo e quasi soffocarmi, ognuno col suo odore, sento le loro mani che mi stringono la testa ed anche loro mi usano, si scaricano e si danno il cambio. Quasi mai una parola, ancor più raro un gesto semmai qualche rantolo un po’ più forte o alcuni ripetuti epiteti e volgarità per raggiungere meglio l’orgasmo – dovrei offendermi ? – Certo che no ! Indirizzandomi quelle parole e frasi oscene si senton sollevati, quasi assolti della loro piccola colpa invero sono io, sono io sola la (XXX) ; oppure è come se lo dicessero a loro stessi, perché so che tanti si proiettano con la mente ed intimamente vorrebbero o, quanto meno, fantasticano di essere al mio posto Fanno...e se ne vanno. Le due file sembrano serpentoni mitologici che si muovon lentamente e non finiscon mai, proseguono nell’infinito io, sola, fradicia, come in una bolla sospesa in una ...
     luce caravaggesca pregna di odori, mai esausta, con l’unico piacere di esser servita per soddisfare quello loro. Del resto loro non riescono quasi mai a darmi alcun piacere sessuale, neppure cercano di darmelo, né lo vogliono credo Non ti rendi conto che sei solo utilizzata come una cosa? Un oggetto, una bambola ? Non sei niente, non ti attribuiscono nessuna dignità, valore, considerazione. Perché lo permetti? Perché ti disistimi tanto ? Perché lo fai disperata ragazza mia – verrebbe da dire. Sì, certo sono usata, sono indegna, tutto quel che volete, ma sono il fulcro di quelle due file, loro esistono solo per me, son l’elemento più importante, e, se non certo amata, quanto meno mi sento desiderata da tutto quel mio universo. Da quelle due processioni mostruose ed ondeggianti senza fine e senza senso che convergono, come misteriosamente attratte da una forza ineludibile, su me. E’ una sete mai spenta, un desiderio, un “bisogno” infinito di sentirsi desiderata, cercata, seppur forse neppur per un attimo mai amata. Mi basta, o meglio, me lo faccio bastare. Niente paradisi impossibili, niente utopie, solo quello che a molti può apparire niente più che un sordido e depravato lerciume. Ma, ha i suoi vantaggi. Non ci si fa male. Niente discussioni, niente delusioni. Tutto è chiaro, ridotto all’essenza. Eppoi ho certamente anch’io un potere, son tutti lì per me potere di vederli sbavare, di morire di quel desiderio che potrei negar loro come e quando voglio. Padrona di dispensare un ...
«12»