1. Il primo incontro


    Data: 05/01/2019, Categorie: Prime esperienze, Autore: nyo925, Fonte: Annunci69

    “Finalmente siamo qui”. Questo il primo pensiero che abbiamo entrambi appena entrati nella camera dell’agriturismo dove passeremo questa vacanza. Quante ore passate a parlare e immaginare il nostro primo incontro da soli, a cercare di dare una razionalità impossibile all’istinto o un senso alla parola trasgressione, tante volte pronunciata, e non ancora provata con Te. E dopo tanta attesa, di giorni di desiderio inappagato, l’occasione tanto sognata finalmente arriva; quanta emozione nel vederti arrivare e finalmente sei con me. Ci buttiamo sul letto stanchi ma carichi di emozioni guardando il soffitto, entrambi a braccia aperte l’uno accanto all’altro. Ti guardo vicino a me e sono felice. Mi giro verso di Te che con gli occhi socchiusi mi dici che ti senti a pezzi ed allora ti invito a fare una doccia rilassante. Tu mi sorridi maliziosa e mi sussurri che non riesci nemmeno a spogliarti da sola ed allora accettando questo sottile gioco mi offro di aiutarti. Ti lasci andare completamente mentre comincio a sbottonare la camicetta. Vedo i tuoi capezzoli diventare più duri sotto il reggiseno mentre la mia mano scorre verso i tuoi jeans ad aprirli con delicatezza. Mi alzo sulle ginocchia e ti sfilo le scarpe. Prendo tra le mani i tuoi piedi uno ad uno e li massaggio a palmo aperto per un po’ e poi ne porto uno verso la bocca per dargli un bacio. Tu ti ritrai divertita sorridendomi con i tuoi meravigliosi occhi e chiedendomi cosa faccio mentre io comincio a sfilarti i jeans. ... Inarchi la schiena verso di me ed alzi le gambe così che appena tolti le tue grazie mi sono davanti gli occhi. Riesco già a sentire l’odore di Te forte penetrare le mie narici. Ti prendo per le mani e ti tiro su verso di me per lasciar scivolare via il reggiseno. I tuoi seni mi si presentano davanti pieni e tondi ed i capezzoli appuntiti mi fanno scivolare verso di loro per un lungo ed appassionato bacio. Ci alziamo dal letto per andare verso la doccia e tu mi dici che non hai mai fatto la doccia con nessuno prima d’ora. Allora ti lascio entrare e rimango fuori poggiato a guardarti. Tu apri il rubinetto e ti getti sotto d’impeto. Vedo le gocce scorrere lungo il tuo corpo come piccole mani vive che ti regalano ognuna una vibrazione. Mi volti le spalle per un momento mettendo in mostra i tuoi glutei. Sento crescere in me il desiderio e in quel momento la tua mano corre verso la mia e mi trascina dentro. Le tue labbra sono fresche al contatto dell’acqua e contrastano con il calore che sento mentre le nostre lingue si cercano l’una nell’altra.<!-- /1013617/Annunci_300x250 --> googletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1493738170950-0'); }); I nostri corpi si uniscono per un momento e riesco a sentire il tuo respiro unirsi al mio. Ti giri nuovamente a mostrarmi le spalle e mi chiedi di insaponare la tua schiena. Con le mani comincio a massaggiarti dal collo e poi verso i fianchi e a risalire di nuovo su tra le scapole. Sento i tuoi fremiti mentre ti poggi con le mani ...
«1234»