1. Quello che la chat mi porta a fare...


    Data: 10/01/2019, Categorie: Incesti Saffico Dominazione Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    Sono una ragazza molto timida, lo sono sempre stata, fin dalle scuole medie, quando non riuscivo nemmeno a rivolgere la parola al mio moroso. Ora ho poco più di 20 anni, single, con qualche avventura e vivo temporaneamente a casa di mia sorella. Ho avuto qualche avventura negli ultimi mesi, ma nessuna di queste mi ha mai soddisfatto a pieno. Ho sempre avuto l'impressione che, sì bello, però mi manca qualcosa. Stesso discorso per il sesso: faccio fatica a raggiungere l'orgasmo con la penetrazione, quindi nell'autoerotismo mi sono sempre concentrata, sul clitoride: orgasmi brevi, ma sempre efficaci! Nel rapporto sessuale con l'altro sesso, però, non ho mai trovato nessuno che fosse così tanto innamorato del sesso orale quanto me, o meglio, tanti uomini che lo gradivano su di loro, ma pochi disposti a farlo su di me. Potete ben capire la mia frustrazione nel fare davvero tanta fatica a venire durante ogni singolo rapporto.Forse è anche per questo che un giorno presi coraggio e mi iscrissi ad un sito, in cui ufficialmente si conoscono semplicemente altri utenti, ufficiosamente, invece, si va alla ricerca di qualcuno con cui masturbarsi. La mia timidezza e anche la paura di svelare troppo della mia vita, purtroppo, non mi hanno mai fatto cedere alla webcam o alle foto del viso...ma comunque ho sempre trovato grande piacere nella chat e nello scambio di foto di parti meno riconoscibili del mio copro!. Dovete scusarmi se quello che scrivo non rispecchierà le vostre aspettative, ma è ...
     il mio primo racconto, che poi tanto racconto non è, visto è a tutti gli effetti una confessione di quanto successo due giorni fa. Perchè sto scrivendo? Perchè è una cosa così grande che non riesco a tenerla solo per me, ma ovviamente i canali in cui sfogarmi non solo così tanti nella vita reale!Comunque...provo piacere nel sapere che un altro uomo si stia masturbando per me, per quello che dico, per quello che gli descrivo. Provo ancora più piacere ed eccitazione se quest'uomo è molto più adulto di me e sa sottomettermi a tal punto da farmi fare, nella realtà, tutto quello che vuole. Mi piace sentirmi la schiava di un uomo maturo. Incontrai questo uomo, di cui ovviamente non riporterò il nickname, ma lo chiamerò semplicemente Lui. Lui ha 46 anni, è americano di New York, quindi le nostre conversazioni avvenivano sempre in inglese. Per facilitare la lettura, riporterò quasi sempre la traduzione di quanto mi diceva. Lui mi consigliò alcuni trucchetti per migliorare la mia masturbazione: inserire del ghiaccio nella mia vagina, mettere sotto di me uno specchio e osservare l'acqua sciolta che man mano usciva è il mio preferito. Tutti i giorni, da quando ci conosciamo, alle 16.00 comincio a bagnarmi pensando a quello che mi insegnerà oggi, il mio daddy (così è come vuole che lo chiami). L'altro ieri però è cambiato qualcosa. Stavamo chattando come sempre, mi stava ordinando come, quando e quanto toccarmi come sempre, ma ad un certo punto Lui mi chiese di aprire la porta della mia ...
«1234»