1. Silenzio


    Data: 11/01/2019, Categorie: Etero Trio Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    Ti avvicini lentamente non vuoi farmi ancora svegliare. Ti stendi al mio fianco e mi osservi dormire, come sempre su di un lato, le mie labbra ti attirano, accarezzi i miei fianchi con insistenza.Mi vuoi.Mi sveglio.Non parli, poggi un dito sulle mie labbra, il silenzio è nostro amico.Con delicatezza mi fai girare, sali su di me. Le tue labbra sostituiscono il dito, un bacio lento, dolce.Le tue mani mi scoprono il corpo: dal viso scendono lentamente fino ai seni; i capezzoli reagiscono subito al tuo tocco.Il bacio diventa più intenso, aggressivo. Voracemente percorri con le labbra il mento, il collo... scivolano le tue labbra su di me, scosti l'intimo che indosso. Con le mani ancorate ai seni inizi l'esplorazione del mio sesso con la lingua. Gemiti silenziosi iniziano a sgorgare dalle mie labbra, sulle tue il mio sapore diventa insistente.Mi tiri su, mi fai girare, sono una marionetta nelle tue mani, esplori il mio sedere, scendi alle cosce e torni su. Lenti baci percorrono il mio corpo, fino a quando arrivi alle spalle. Sei di nuovo su di me; le mie mani fino ad ora ferme vogliono te. Sento il tuo sesso ancora fasciato dagli slip che cresce contro i miei glutei.- Mi vuoi?- sussurri al mio orecchio-Si- la mia risposta decisa ti sorprende.Ti stendi nuovamente al mio fianco, è il mio turno di esplorare il tuo corpo.Percorro con l'unghia laccata i tuoi muscoli, sai quanto li amo. Ad ogni mia piccola pressione il tuo corpo è percorso da un leggerissimo tremito.Bacio il tuo ...
     addome, alterno lingua e dita finché non arrivo al tuo inguine. Il tuo sesso sta stretto negli slip, lo sfioro, chiudi gli occhi.La delusione è grande quando scendo alle cosce. Odi l'attesa, l'ho sempre saputo. Ricomincio la mia danza verso l'alto.Le mie unghie scivolano sotto l'elastico dello slip e lo fanno scendere, il tuo sesso si erge in tutto il suo splendore non appena viene liberato.Lo osservo, ci gioco con le mani, il desiderio in noi cresce.Le mie labbra si avvicinano alla cappella, con la punta della lingua traccio i contorni di quella colonna perfetta. Le tue mani corrono tra i miei capelli non appena l'accolgo nella mia bocca. Per attimi interminabili ho gustato la tua asta.Mi fermi, ti sposti verso di me, ora siamo l'una di fronte all'altro. Le nostre lingue si incontrano, le nostre mani si scontrano sui nostri corpi. Inginocchiati sul letto ci fronteggiamo come due leoni.Di colpo prendi l'iniziativa: mi fai stendere di nuovo, e senza attendere oltre mi apri le gambe e mi fai tua.I nostri corpi si sincronizzano. All'unisono i nostri cuori battono, il silenzio inizia a svanire. I miei gemiti crescono di volume, così come il tuo respiro.La magnifica penetrazione è accompagnata da languidi baci ai capezzoli oramai tramutati in punte acuminate.L'eccitazione è alle stelle, vedo la fine di questo incontro, la percepisco. Ma tu, bastardo come sempre, interrompi l'amplesso uscendo completamente da me.Ridi della mia disapprovazione, con un dito segni un numero sulla mia ...
«12»