1. Come tutto è cominciato


    Data: 23/01/2019, Categorie: Esibizionismo Autore: Coppia Lombarda, Fonte: EroticiRacconti

    Io e mia moglie M. abbiamo 35 anni, viviamo in Lombardia e siamo felicemente sposati da ormai 12 anni dopo 5 di fidanzamento. Siamo una coppia come molte, entrambi stiamo portando avanti una buona carriera lavorativa, abbiamo tanti interessi in comune e per il momento concordiamo sul fatto che non ci sentiamo ancora pronti per allargare la famiglia. La nostra vita sessuale va a gonfie vele ma negli anni non è sempre stato così. Ovviamente all'inizio era tutto rose e fiori, ogni momento e luogo era buono per darci dentro e il desiderio era praticamente infinito. Tutto questo è durato per il periodo del fidanzamento e durante i primi anni di matrimonio, poi come spesso accade, la frequenza dei rapporti e il desiderio sono andati in calando. Per ravvivare il nostro rapporto serviva una scossa, una scintilla, qualcosa che riaccendesse quel fuoco che negli anni precedenti ardeva senza sosta, per cui abbiamo deciso di esplorare nuove vie. Inizialmente abbiamo tentato la strada dei video e servizi fotografici casalinghi, poi ci siamo dati ai sex toys, abbiamo provato con i giochi di ruolo, il bondage ma nulla. Erano tutte cose che non ci venivano naturali, quando ci provavamo non eravamo noi stessi e di conseguenza il nostro desiderio non ne traeva alcun vantaggio. Nell'estate del 2011 però, quasi per caso, qualcosa è cambiato... Eravamo in ferie in Sardegna, più precisamente nella spiaggia di Porto Ferro. Quella mattina ricordo che avevamo avuto una mezza discussione anche se ...
     non ne ricordo il motivo, sicuramente qualche banalità, per cui ero abbastanza di cattivo umore. Come spesso accade a Porto Ferro (che infatti è uno dei luoghi preferiti dai surfisti in Sardegna) c'era parecchio vento e ad un certo punto mi volto verso mia moglie e la vedo in netta difficoltà mentre con i piedi cerca di ridistendere il telo mare che continua a sollevarsi, con una mano prova ad evitare che voli via il cappello che ha appena appoggiato in terra e con l'altra cerca di tenere il reggiseno che come sempre ha slacciato evitare che restino i segni sull'abbronzatura. Alla vista di quella scena tragicomica mi viene naturale chiederle "Vale la pena di fare tutta questa fatica per tenere su questo cavolo di reggiseno?Ma toglitelo una buona volta e resta in topless se vuoi un'abbronzatura come si deve!". Lei mi fissa con uno sguardo tra l'attonito e l'arrabbiato replicando "Ma per chi mi hai preso?Non sono mica una di quelle che girano per la spiaggia con le tette fuori per attirare l'attenzione. Non sono mica una zoccola!" e io "Zoccola per un topless?Con tutto quello che si vede in tv e su internet, ormai due tette al vento non le nota più nessuno", lei ci pensa un attimo "Ma mi vergogno, lo sai che non sono una che..." già conosco il finale della frase e la interrompo subito "Amore, siamo in Sardegna, a 1000 km. da casa, non ti conosce nessuno, che motivo hai di vergognarti?E poi, fossi messa male lo capirei, ma hai anche un bel seno, per cui che problema hai a ...
«1234»