1. ..Me la sono cercata


    Data: 06/02/2019, Categorie: Cuckold Dominazione Trans Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    Mi chiamo Mario, ho quarantaquattro anni e sono sposato con Sara che ne ho uno di meno. Abbiamo un figlio che vive all’estero, e la nostra vita scorre sui tranquilli binari della quotidianità. Non mi lamento di certo, mi reputo una persona abbastanza normale, fisico ben curato, e anche sessualmente parlando mi difendo bene, mi piace molto fare sesso con mia moglie. Lei, è nell’insieme una bella donna, anche se non si mette spesso in mostra, ma ha un bel fisico, alta uno e settantacinque, capelli neri, terza di seno e belle cosce, ma è il culo a mandolino il suo punto di forza. Sessualmente parlando lei era vergine quando ci siamo messi insieme, e col tempo abbiamo imparato ad apprezzare i piaceri del sesso, le piace succhiarlo, essere leccata, lo prende dietro, anche se non è una fanatica, ma se eccitata bene non si tira indietro davanti a nulla. Da un po di tempo mi è entrata in testa l’idea di vederla alle prese con un altro maschio. All’inizio la cosa mi ha sconvolto, ingelosito e poi eccitato da farmi male il cazzo da quanto era diventato duro. Lentamente, molto blandamente, ho esplorato il terreno per capire se anche a lei la cosa poteva piacere, ma dopo un iniziale senso di divertimento, quando io ho cominciato a parlare seriamente, lei non ha più riso, e mi ha guardato come si osserva un matto. Ho cercato di convincerla in tutti i modi, ma ho solo ottenuto un suo fermo e deciso no!. Per un poco ho lasciato perdere, ma il tarlo nel mio cervello non mi dava pace, quindi ...
     le ho chiesto se si poteva almeno fingere, lei mi ha assecondato per un poco, poi spazientita è andata su tutte le furie.“ ma la vuoi finire????... come te lo devo dire che non m’interessa, non mi piace l’idea, mi hai rotto le scatole!! Falla finita o lo trovo davvero uno che mi scopa e non te lo dico!” - mi ripeteva spazientita. Io dal canto mio ero sempre più ossessionato da questa idea. Una sera volevo fare sesso ma lei, non ci sta.“ sono stanca, oggi un cliente mi ha scopato per due ore, facendomi godere come una vacca.” - mi dice con l’aria indifferente. Il mio cazzo mi è esploso nelle mutande, ero eccitato e ho insistito per averla, lei si è distesa e si è lasciata scopare in maniera quasi passiva. Ero così eccitato che non mi sono realmente reso conto se era vero quello che mi aveva detto o era semplicemente per farmi impazzire, anche se mi è sembrata più dilatata del solito. Lei lavora da cinque anni in un grosso negozio di abbigliamento e con Livia, l’altra proprietaria che è singol, una vera troietta sempre a caccia di cazzi, è socia. Da quella sera mi sono messo a spiare mia moglie per vedere se all’ora di pranzo si vedeva con qualche individuo, ma non sono riuscito a cavarci nulla, mentre la mia ossessione cresceva, lei continuava la sua vita di sempre. Così ho deciso che dovevo saperne di più, ho acquistato una cimice e ho deciso di piazzarla nel loro ufficio, per cogliere qualche conversazione che mi desse un indizio, poi con una scusa sono passato a trovarla e ...
«1234»