1. I neri ci vogliono gravide 2 - Mio marito mi ha messa incinta per loro


    Data: 10/02/2019, Categorie: Tradimenti, Autore: Cuck 2014, Fonte: EroticiRacconti

    Quel giorno stesso avevo smesso di assumere la pillola. Mentre mio marito mi leccava eccitato come forse,non l'avevo mai visto,io godevo sulla sua bocca e già pregustavo il momento in cui i due stalloni di colore avrebbero montato me e la mia amica gravide e vogliose come cagne. Quella sera,contrariamente alle nostre abitudini,avevo preparato io la cena. Da molto tempo oramai,salvo le rare occasioni in cui avevamo ospite qualche parente,non mi occupavo più di cucina;attività completamente demandata al mio maritino. Avevo fatto anche alcune eccezioni quando avevamo come ospite un mio nuovo amante nei confronti del quale volevo fare colpo con alcune mie specialità culinarie gustose ed afrodisiache. In quei casi mio marito si limitava a farmi da aiuto cuoco,apparecchiare la tavola e farci da cameriere quando io e il mio stallone eravamo seduti a tavola. Naturalmente dopo la cena,se la sua presenza non era richiesta,io e il maschio ci appartavamo nella camera da letto mentre lui,prima di andare a dormire nella sua cameretta,rassettava la cucina e lavava i piatti. Quella sera chissà perché,avevo voluto trattare mio marito come se lui fosse il mio amante. Gli avevo fatto apparecchiare la tavola in cucina e lo avevo fatto sedere ad osservarmi mentre spadellavo per lui....per noi due soli. Avevo preparato un pranzetto in stile giapponese in cui non mancava il pesce crudo con le salsine piccanti ed un brodo di pinne di pescecane dall'alto contenuto afrodisiaco e proteico. Frutto ... della passione ed una buona bottiglia di Cartizze della Val Dobbiadene. Mentre preparavo,mio marito stupito per l'insolita attenzione che gli stavo riservando,mi guardava con occhi languidi pieni d'amore e di desiderio. Quella notte a letto avevo in progetto di dormire giacché avevo già goduto con la lingua di mio marito e la tensione per quanto avevo dovuto chiedergli e la fatica in cucina,mi avevano alquanto stancata. Inaspettatamente mio marito aveva scostato le lenzuola esponendomi insolitamente ai suoi occhi completamente nuda. Poi sdraiandosi tra le mie gambe,le aveva divaricate portandosi con la bocca sul mio sesso impreparato ed asciutto. Ben presto il sapiente uso delle sue dita e della sua lingua,mi aveva fatta aprire offrendomi già gocciolante alle sue profonde carezze. Nonostante che non fosse mai stato il mio amante,devo ammettere che come riusciva a farmi godere lui con la bocca,non ci era mai riuscito nessuno. La sua lingua,le sue dita,la sua calda saliva,le sue labbra a ventosa sulla mia clitoride dura e sporgente come una piccola verga ed i suoi denti felini che mi mordevano procurandomi un piacevole dolore,riuscivano sempre a farmi perdere ogni controllo facendomi avere orgasmi a raffica e perdite di umori senza ritegno. Quando poi mi leccava dopo l'incontro con un mio amante che mi consegnava a lui col sesso grondante di sperma,era la sublimazione della mia perversione erotica. Quella notte in modo assolutamente inaspettato stava dando il meglio di se stesso. ...
«12»