1. Come giò (2)


    Data: 10/02/2019, Categorie: Gay / Bisex Autore: crigio, Fonte: Annunci69

    Ahmed avanza mentre Idris torna verso gli altri due energumeni. Quando si incrociano, i due stalloni si danno il cinque. Il turco si inginocchia dietro Saverio, si sputa sul cazzo e si lubrifica ben bene. Spinge senza riguardo per penetrare il troione, che immediatamente emette un gemito, e poi, appoggiandosi sulle sue terga, si solleva sulle piante dei piedi e si china in avanti finché tocca terra con i palmi delle mani. In questa posizione animalesca comincia a muoversi dentro la sua preda, dapprima lentamente, poi accelerando sempre più. All’inizio gli fa assaporare solo metà uccello; quando lo sfintere si abitua alle dimensioni, inizia a pistonare con tutta la sua nerchia e con tutto il peso del suo corpo. “MMMMMMMMM!!! MMMMMMMMMMMM!!!”, muggisce il porcone, scuotendo la testa. Deve provare dolore mentre la grossa cappella del turco gli martella la prostata, ma presto quel dolore si tramuterà in un piacere che non avrebbe mai immaginato di poter provare. E infatti, dopo un po’ i lamenti si smorzano, mentre il ritmo del stantuffo rimane costante. “WAAAHHH!!! Che culo!”, sbotta Ahmed, tutto intento a scopare, con grande professionalità e passione. “Quanto sei troia, lo sai? Lo prendi come una gran puttana!”. Con queste parole insulta il porcone, che dai gemiti di protesta sta passando a mugolii di piacere. Enrico, in piedi di fronte a lui, sembra soddisfatto, però non siamo ancora al livello desiderato. Nonostante i colpi del turco siano insistenti e profondi, non sembra ...
     che si oltrepassi una certa soglia. Allora, il mio boy si accovaccia accanto ad Ahmed e gli sussurra: “Con questo devi andarci giù pesante, hai capito?”.<!-- /1013617/Annunci_300x250 --> googletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1493738170950-0'); }); Io riesco a sentire, vista la potenza dei microfoni sparsi nella stanza, ma credo che Saverio non abbia percepito nulla. Il turco annuisce e, fermandosi un momento, si sistema meglio sui piedi e sulle mani. Quindi, inizia ad affondare nelle viscere di Saverio dando colpi profondi, cadenzati e precisi. Già dopo il primo il troione tira su la testa di scatto e sputa. Poi serra i denti attorno alla pallina dell’harness e rantola. Il secondo colpo lo fa vibrare tutto e ansimare. Si nota soprattutto uno scuotimento delle chiappe che, grosse e muscolose, si agitano a destra e a sinistra facendo sobbalzare la gran quantità di massa di cui sono composte. Sono un vero spettacolo! Enrico si sposta davanti a Saverio. “Adesso ti tolgo il bavaglio, così puoi dirci quanto stai godendo!”, gli dice, e gli slaccia l’harness. “Sei uno stroooooooooooonzooooooooooo!!!”, gli urla subito in faccia il troione. “Sì, lo so”, risponde il mio gigantone, sghignazzando. “Allora: ti piace!”. “Sì, cazzo! Sìììììììììììììììì!!!”, urla ancora Saverio, digrignando i denti e piantando le unghie nel pavimento. Un terzo affondo del turco gli fa reclinare il capo e spalancare la bocca, mentre sopraggiungono altri tremiti per tutto il corpo. “Ho caldo ...
«1234...7»