1. Come giò (2)


    Data: 10/02/2019, Categorie: Gay / Bisex Autore: crigio, Fonte: Annunci69

    estremo. E’ quella dell’umiliazione. Intende fare in modo che i ragazzi abusino del corpo e della mente della troia più di quanto non sia stato fatto finora, per frustrare le sue membra e far sì che si abbandonino a tal punto da non opporre più alcuna resistenza. A quel punto Saverio dovrebbe raggiungere nuovamente l’orgasmo. “Ora succhia questo bel cazzone nero, stronzo!”, e, tirando fuori il suo, gli sbatte tra le fauci l’uccellone di Idris. “Assaggia il gusto del tuo stesso culo! Lo senti? Non è meraviglioso?”, gli sussurra all’orecchio, mentre Saverio spompina l’asta del nero, incavando le guance e suggendo con voluttà. Intanto, nel suo sfintere le due nerchie scorrono avanti e indietro e su e giù, grazie alla profonda autolubrificazione che il troione da solo si è fatto con i suoi stessi umori. “Ma guardati! Stai prendendo tre cazzi insieme! E quando ti ricapita, puttana!”, lo insulta ancora Enrico. Il mio boy sapeva fin dall’inizio che con questo ragazzo, così pieno di sé, ci voleva una terapia d’urto, un’umiliazione profonda nel corpo e nell’animo, altrimenti non sarebbe mai arrivato a provare il piacere che provo io. D’ora in poi scenderà dal piedistallo pur di godere nuovamente allo stesso modo. E già adesso, a quanto pare, sta cambiando atteggiamento: mentre si dedica intensamente alla pompa della minchia di Idris, sale e scende sui cazzi degli altri due stalloni, andando a tempo con il loro movimento. “Ma quanto sei bravo! Ma quanto ti piace prendere cazzi!”. La ...
     voce autoritaria e insultante di Enrico è da vera libidine. “Sì, mi piace mmmmmmm mi piace Slegami, per favore! Slegami!”, implora Saverio. “Giura che non provi a scappare e che continui a fare la troia!”, detta le regole Enrico. “Lo giuro glough!”. “Tanto se ci provi ti riacciuffiamo: noi siamo in cinque e tu sei solo!”. Il troione annuisce, mentre ha ancora l’arnese di Idris in bocca. Solleva le braccia e chiede pietà con lo sguardo al suo carceriere. Enrico tira fuori una chiavetta dal solito taschino della culotte e apre le manette intorno ai polsi. Poi si china e fa lo stesso con quelle intorno alle caviglie. Quindi, rivolgendosi ai suoi quattro amici, ordina loro: “Sdraiatevi tutti a terra, uno accanto all’altro, cazzi per aria!”. Igor e Bashir estraggono le loro nerchie dal culo di Saverio e obbediscono. Ahmed si stende accanto ad Igor e Idris vicino a Bashir. Poi, afferra Saverio per un braccio e lo fa alzare: quello si tira su con le ginocchia che non lo reggono bene. Si appoggia al mio boy e lo segue. “Adesso dovrai cavalcare ciascuno di questi stalloni come se fossi a un rodeo, ma dando loro le spalle”, gli spiega. “Però guai a te se godi. Devi prima fare sborrare tutti loro col tuo culo. Dopo, forse, ti concederò un altro orgasmo anale!”. Il povero troione, che non si tiene su, deve obbedire per forza. Scavalca Bashir e si accovaccia sul suo ventre, portando indietro le mani e reggendosi su quelle, mentre lo stallone lo infilza con un movimento preciso dal basso ...
«1...345...»