1. Quel demone chiamato angela.- cap 6 di 6


    Data: 11/02/2019, Categorie: Lui & Lei, Autore: Zindo, Fonte: Annunci69

    speriamo che sia puntuale, che ti frega? Che pensi quel che vuole di noi, tanto poi noi domani partiremo e non lo rivedremo più. Perché vergognarti con lui? Non ha senso. Dai amore, spogliati” Lui incomincia a tirarle su il vestito, lei finisce di toglierselo. Qualcuno bussa alla porta. Sanno entrambi chi è: certamente Carlo. Angela corre veloce a mettersi sul letto, con le gambe ripiegate ed il busto eretto, come fosse la statua della sirenetta a Copenaghen. Biagio va ad aprire la porta dopo che nessuno è entrato al suo “avanti”. Come prevedibile , a bussare è stato Carlo. Biagio gli chiede “Perché non sei entrato? Avevo la sciato aperto, come da accordo” Carlo anziché rispondergli con le parole, lo sorprende entrando subito, Gli mette le braccia al collo , lo tira a sé per baciarlo e gli chiede “Come hai fatto a liberarti di lei?” Biagio si ritrae, sorpreso da quell'irruenza e da quelle parole. Occorre precisare che la porta superando la porta non sia ccede direttamente alla camera vera e propria, ma ad un breve corridoio sul quale insiste anche la porta del bagno. Da tale corridoio si vede appena il margine inferiore del del letto nella stanza, quindi non Angela che sta seduta sopra il letto. Dalle parole e dal gesto di Carlo risulta evidente che costui pensava di trovare Biagio da solo ed ancora ne è convinto, invece Biagio si sorprende di quei modi e non riesce a capire subito l'equivoco. Crede (o spera?) di aver capito male le parole di Carlo , per questo, ...
     sottraendosi all'abbraccio d'impeto e al tentativo di bacio, informa: “Lei è lì, sul letto. Ti stiamo aspettando”. Carlo si blocca, arretra, si irrigidisce, chiede “”Lei è qui?” “Certo. Non le hai fatto la corte tutta la serata?” “A lei???” Riprova ad abbracciare Biagio e dice “A te caso mai”. Sussulta Biagio, ma sussulta anche Angela che non può non sentire. Biagio oscilla tra l'essere sorpreso e l'essere spaventato; Angela è sorpresa e divertita. Si lascia guidare dall'istinto. Non ha più paura. Scende dal letto e nuda, senza alcun timore, si sposta oltre la parete che la nascondeva e si mostra in tutta la sua provocante avvenenza e senza alcun imbarazzo si rivolge a Carlo “Buongustaio! Anche io gli ho messo gli occhi addosso, parecchio tempo fa. Capisco cosa provi. L'ho già provato anche io. Ti dirò che con me non ha deluso le aspettative, con te non so, non mi ha mai parlato di sue tendenze un poco particolari” Carlo sgrana gli occhi e come se lo chiedesse a Biagio, esclama “Ma, ma..ma è, ..è..è nuda!” Biagio fatica a rendersi conto persino delle sue stesse sensazioni. E' andato letteralmente in tilt. Si aspettava di vivere una esperienza particolare, si ritrova in una situazione imbarazzante e opposta a quella che sperava di vivere. E' entrato in apprensione prima ancora di riprendersi dalla sorpresa delle scioccanti parole di Carlo, per il timore che Angela avesse potuto offendersi, reagire male, fare o dire chissà cosa, invece la vede seraficamente tranquilla, persino un poco ...
«1234...7»