1. Quel demone chiamato angela.- cap 6 di 6


    Data: 11/02/2019, Categorie: Lui & Lei, Autore: Zindo, Fonte: Annunci69

    ripropone “Allora, ci baciamo?” Biagio in tutta risposta si gira verso Angela, le afferra il volto con entrambe le mani e bacia lei, come a dire “Voglio te, solo te”. Lei non lo respinge, ma neppure l'abbraccia. Lasciandosi baciare comincia a sbottonargli i vestiti e, non vista da Biagio, afferra una mano di Carlo e la porta lei sul corpo del suo compagno. Carlo che aveva considerato Angela una intrusa, ora capisce che è lei la sua alleata. Questo gli conferisce coraggio e libera anche lui i suoi istinti: si mette alle spalle di Biagio e afferra dalle spalle la camicia di Carlo che Angela sbottona, e la allarga per poi tirarla giù. Biagio non solo non oppone resistenza, ma libera un braccio per volta per lasciarsela togliere del tutto quella camicia da Carlo, mentre Angela già armeggia sulla cintura. Crollano anche le resistenze di Biagio a questo punto che si decide a spogliarsi del tutto e a farlo da solo. Carlo fa la stessa cosa, denudandosi anche lui, Angela li osserva, e trova piacere ad assistere a quel doppio spogliarello, collabora con i due prendendo lei i vestiti che si sfilano e li pone con un minimo di cura sulla sedia. Difficile decifrare cosa passa davvero per la testa di Biagio che si spoglia nonostante la presenza e le dichiarate intenzioni di Carlo ma ha occhi solo per Angela, ed appena svestito, torna ad abbracciare, stringere,baciare la sua donna, forse per far ben capire a Carlo le sue reali intenzioni? Forse perché eccitato dalla situazione? Forse perché ...
     non saprebbe cos'altro fare? Più evidenti sono le intenzioni degli altri due: Angela non solo lascia fare Biagio ma non trascura neanche Carlo. Lei è entrata davvero in gioco. Di nuovo afferra le mani di lui e lo invoglia a portarle sul corpo del suo compagno. Carlo si sente spalleggiato da Angela e comunque non respinto da Biagio, per questo non indugia affatto ad avvicinarsi e stringersi agli altri due, a stringere con un braccio le spalle di Biagio, con l'altro i fianchi di Angela, ad allungare il collo per cercare di introdursi tra le facce degli altri due. E' sempre Angela che, si distacca un poco e con la pressione di una sua mano invoglia Biagio a girare leggermente il volto verso Carlo che si insinua tra le due bocche. Biagio sembra subire, in realtà, se davvero volesse sottrarsi, avrebbe abbastanza forza per vincere la leggera pressione della mano di Angela, invece sta al gioco, forse con poca convinzione ma non con repulsione. E' comunque evidente che Biagio cerca il corpo e le attenzioni di Angela, sopportando i contatti e le attenzioni di Carlo; Angela non solo è a suo agio, ma sembra esaltarsi dalla situazione generale, si eccita psicologicamente ed anche fisicamente. Prende lei le redini del gioco. Tira con i suoi piccoli arretramenti i due uomini verso il letto, senza che il gruppetto si scomponga, ma badando che resti unito dall'intreccio di abbracci. Cade, o finge di cadere, di spalle sul letto, trascinando con se Biagio il quale con piacere prima la spinge ...
«1...345...»