1. la coppia perfetta


    Data: 12/02/2019, Categorie: Cuckold Dominazione Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    La coppia perfettaVolevo provare a scrivere un racconto basato su molte cose vere ma come sempre anche su un po’ di fantasia, ma se non dovesse piacere oppure non ho il numero di lettori adeguato non continuo, grazie. Fatemi sapere se continuare.Mi chiamo Luca oggi anziano e voglio raccontare un po’ del mio passato insieme alla mia consorte Anna anche lei quasi della mia stessa età.Ci incontrammo per caso in un pomeriggio a casa sua ero andato a fare un intervento elettrico, mentre uscivo e salutavo i suoi genitori lei entrò……..mi guardò e scappo senza salutare diventando rossa in viso fu per me un colpo di fulmine non riuscivo a dimenticare il suo volto, ricordo ancora oggi come era vestita, aveva una mini grigia e una camiciola rosa, capelli lunghi castani e un paio di occhi color nocciola che erano bellissimi, eravamo giovani appena ventunenni ed io ancora non avevo completato il servizio militare, ma non ho abbandonato l’impresa, avendo il loro numero telefonico cominciai a telefonare tutti i giorni, parlandole e dicendo chi ero e dove ci eravamo visti, anche al telefono la sentivo paurosa timida, ma questo mi piaceva era la persona che volevo, io sono un po’ autoritario ma a quei tempi ero alle prime armi, pauroso anche io delle conseguenze.Riuscii a farmi dare un appuntamento, e ci incontrammo, guardandola rimasi ancora una vota impressionato dalla sua bellezza, mi presentai, lei molto titubante, ma poi siccome sono ed ero molto giocherellone la misi a suo agio le ...
     comprai un gelato (era estate) e facemmo quattro passi, mi disse che la sua famiglia non sapeva che era con me ma nella zona viveva una sua zia e aveva detto che andava a casa sua, girammo un po’ cercai di capire che persona fosse, era ed è ancora una persona timida paurosa, sempre titubante di tutto, non aspetta che succede vuole essere anticipata della fine.Riuscii a vederla anche altre volte e rafforzavo la mia autorità su di lei, una volta andai a prenderla dove faceva la baby sitter ma…..non ero solo c’erano altri che la volevano quindi mi ritrovai con altre tre persone che avevano fatto lo stesso mio pensiero, rimasi in disparte guardando gli eventi per colpire al momento giusto, la vidi titubante chiacchierare con uno poi non guardò gli altri e si incamminò da sola, e……entrai in campo io senza chiamarla la seguivo arrivati distanti dagli altri mi feci avanti salutandola “ciao come va ho visto che ai altre persone che ti corteggiano vero?” lei arrossì non riusciva a rispondere, ma io sempre con insistenza la invitai in un bar a prendere qualcosa e cosi riuscii ancora una volta a farla ridere e metterla a suo agio.Aveva un pantalone chiaro e un golfino blu, aveva i capelli acconciati a coda di cavallo, l’accompagnai a casa e la salutai sotto al suo palazzo riuscendo ad avere un altro appuntamento, ma la sorte mi bloccò, mandandomi la chiamata del militare, cosi dovetti partire passai due anni in Marina e in quei due anni non persi il contatto con lei la telefonavo tutti i ...
«1234»