1. Serata imprevista 11


    Data: 12/02/2019, Categorie: Incesti Autore: Vinni, Fonte: EroticiRacconti

    le infilo le dita in bocca, Ivana le accoglie, io gli carezzo la lingua, penso tra me e me, questa è tutta scema, dovrebbe solo prendermi a schiaffi ed invece subisce la mia personalità, solo dopo alcuni secondi mi afferra il polso e mi allontana la mano, Karina segue la scena dal sediolino davanti a noi. -Cosa dovrei capire? che sei un verme? -Ivana tu non capisci, prova ad assaggiare bene stavolta, e reinfilo le dita arrivando bene in profondità tanto da farla tossire. Lei mi guarda malissimo e non capisce cosa io voglia fargli capire, io continuo con la mia supercazzola:”Ivana questo è l’amore che una donna dà a se stessa prima che agli altri, il rispetto delle regole non è previsto e la logica si perde quando la vita corre veloce verso il piacere!” -Ma che cazzo stai farneticando! Dice lei confusa. -E’ il sapore di tua sorella Karina, taglio corto io, la sera che ti ho accompagnata a casa non è vero che mi ha solo salutato, è scesa con me, l’ho portata nel mio studio e l’ho scopata, però tranquilla non le ho sgualcito un capello ahahahahah! Lo sapevo che eri un figlio di puttana, un bastardo, ma come ho potuto farti salire a casa, ci hai messo meno di cinque minuti a costringere mia sorella a seguirti, e tu piccola puttanella ti sei fatta scopare come una troia!! -Perché sorellona tu come ti sei fatta scopare? Lo so che hai messo le corna a Gino andandoti a scopare il suo amico Dario fino a casa, con le manette e col cazzo in culo, poi ti sei fatta scopare da Franco e ...
     poi da sua figlia, ti sei fatta pure pisciare addosso, senza contare che sei salita a casa con un vibratore in figa, se io sono una piccola puttanella tu sei una gran puttana! Controbatte immediatamente Karina dal sedile anteriore. Un litigio tra sorelle è proprio quello che volevo evitare, ed intervengo prima che arrivino alle mani. -Ragazze ma non è mica una gara a che è più zoccola! Ascoltatemi entrambe, qui non si recriminano le proprie azioni, anzi si rivendicano, Ivana, il tue errore è stato quello di pensare che tua sorella fosse ancora una bambina, non lo capisci che lei vuole essere come te? Lo sapevi che stava a scuola con Dario? Sono anni che sogna di scoparselo, senza contare poi, che vuole essere amata esattamente come te, gli piacciono i rapporti anali, e allora!!, cosa c’è di male in questo, tu non sei la guardiana di tua sorella, lei vuole vivere la sua vita liberamente, esattamente come fai tu, anzi molto meglio di come fai tu, perché lei quando ha saputo di quello che è successo in casa mia, ha reagito divertita, ed ha voluto provare, tutto qui, mica si è messa a farne un dramma ed a chiamarti puttanella come hai fatto tu. -E tu ne hai approfittato eh?, brutto porco lo sai che è minorenne? -Farà diciotto anni tra poco più di un mese, eccheccazzo un po’ di apertura mentale, allora, una volta maggiorenne la terrai legata in casa per non farla uscire? Lo sai che si scopa un ragazzo di colore di dieci anni più grande, e che ha un cazzo come quello di un ciuccio? ...
«1...345...11»