1. Sabato pomeriggio


    Data: 13/02/2019, Categorie: Esibizionismo Autore: Datch, Fonte: EroticiRacconti

    La mia vita è fatta di lavoro e divertimento, uscite con gli amici e amiche, e poi sesso, voglia di provare sempre nuove emozioni….cosi ho deciso di scrivere dei brevissimi racconti sulle mie esperienze. Vivo in un appartamento a Milano che condivido con una mia carissima amica, ognuno la propria stanza e la propria vita…ci si trova spesso a colazione o a cena condividendo i proprio problemi, i momenti divertenti ma soprattutto le proprie esperienze. Un pomeriggio la mia amica (nel racconto chiamerò Anna) portò a casa un suo “amico”, dopo qualche breve chiacchiera insieme, ci salutammo e si chiusero nella loro stanza, io rimasi in soggiorno a navigare un po su internet prima di prepararmi per la cena pre-discoteca. Anna sapevo benissimo cosa avrebbe fatto in quella stanza con quel ragazzo alto e moro dal fisico molto atletico…..difatti dopo una decina di minuti cominciai a sentire i suoi gemiti…immaginai che quel ragazzo stesse leccando ogni parte del suo corpo, dopo una decina di minuti di mugolii e versi di piacere la sentii tacere……mentre il ragazzo godeva alternando parole quali “continua cosi” “ sei bravissima”….la situazione era chiarissima…stava eseguendo uno dei suoi magistrali pompini…con le labbra che si ritrova è in grado di fare impazzire ogni uomo. La situazione proseguì per ...
     svariati minuti dopodiché sentii l’uomo andare in bagno, immagino per lavarsi, Anna era riuscita ancora una volta a far rimanere estasiato un uomo con l’uso della sua bocca, la situazione per me era eccitante……immaginare oltre che sentire tutta la scena era fantastico…..ormai ero in tiro da quando si erano chiusi in stanza. Provai a non farci caso più di tanto, ma quando lui si riprese e cominciarono a fare sesso la situazione diventò insostenibile…..Anna urlava dal piacere mentre quel ragazzo la possedeva con grande maestria ascoltando il suo piacere…….cominciai a toccarmi anch’io…dopotutto era quasi come essere la dentro….dopotutto non mi avrebbe fatto bene uscire di casa eccitato com’ero. Per 20 minuti fecero sesso…e non persi nemmeno un urlo di piacere di quella coppia….io accompagnai il movimento della mano per tutta la durata del tempo, fino a quando pieno di piacere non esplosi anch’io nella mia mano, godendo come poche volte mi ero successo masturbandomi…… Andai a pulirmi…..presi una birra dal frigo, andai nella mia stanza e cominciai a prepararmi per la serata……. Dopo incrociai Anna in salotto con il ragazzo….lei mi sorrise con aria di piacere…..sapeva che avevo sentito tutto……. …..le sorrisi a mia volta deciso a “fargliela pagare” al piu presto. E successe subito quella sera…….. 
«1»