1. Un trio particolare


    Data: 01/03/2019, Categorie: Etero Trio Trans Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    I suoi genitori erano usciti per una cena di lavoro fuori città. Ne avrebbero approfittato e sarebbero rimasti fuori la notte per incontrare un paio di clienti la mattina seguente. Fabio l’aveva saputo da poco, si erano scusati ma non glielo avevano potuto dire prima. Era stata una decisione improvvisa. Avrebbe dovuto arrangiarsi per la cena perché il frigo era vuoto, gli aveva detto la madre. Non si era comunque lasciato sorprendere, anzi, era contentissimo. Aveva telefonato a Martina. Era un mese che non riuscivano a vedersi e le intenzioni erano buone: cenetta fuori, film sul divano e poi, con il lettone libero, si sarebbero potuti anche divertire. Il programma era andato all’aria appena Martina era entrata in casa. Stivaletti, leggins e una minigonna in jeans che lasciava poco spazio all’immaginazione. In pochi minuti erano nudi. E ora stavano abbracciati sul letto, sudati e con i capelli scompigliati. Erano appena venuti assieme, tra i gemiti e le urla della ragazza. Era da molto che non si lasciavano andare così.----Senti Marti, a te andrebbe di farlo con un’altra ragazza?-Non rispose subito, parlavano spesso di quelle cose dopo aver scopato, ma non si aspettava quella domanda. -Con una ragazza?-, disse infine. -No, non ci ho mai pensato. Mica mi piacciono le ragazze... --E se ci fossi anch’io?--Farlo in tre? Ma sei matto?! Anche se devo dirti che ci ho pensato. Però con due ragazzi.--Mah, sicura? --Perché, tu preferiresti una ragazza?--Che domande, andrei via matto ...
     a vedervi leccare a vicenda!-Al solo pensare quella scena il suo cazzo si risvegliò all’istante. Martina accortasi della reazione aveva iniziato prima ad accarezzarlo, poi a segarlo lentamente, mentre il loro discorso prendeva note sempre più piccanti, pensando a cosa sarebbe potuto succedere.-E pensa, avresti due lingue che ti accarezzano la cappella... -, disse poco dopo staccando un attimo le labbra dall’asta. Scoparono ancora, dimenticandosi definitivamente della cena.---Dopo il discorso della sera precedente Fabio non riusciva a togliersi l’idea di farlo in tre, soprattutto perché Martina gli aveva lasciato intendere che le sarebbe piaciuto, anche se non l’aveva detto esplicitamente. Lui però voleva una ragazza, lei un ragazzo, anche se alla fine gli aveva detto che, se a lui fosse piaciuto, avrebbe provato anche il lesbo. Purché poi potessero farlo anche con un ragazzo, beninteso. La soluzione però poteva essere un'altra: Linda. O Paolo, come avrebbe dovuto chiamarlo. Era un po’ che chattava con lei, l’aveva contattata per gioco. Il suo profilo diceva trans, ma non ci credeva. Il viso, per quel che si poteva capire dalla mini foto profilo, era senza dubbio femminile. Così avevano iniziato a scriversi, si erano conosciuti e aveva saputo che Linda era in realtà un ragazzo e con una dotazione niente male. I capelli castani ricci portati a caschetto però, assieme alla seconda che aveva intravisto da una foto, e la faccia dai lineamenti dolci, sarebbero stati in grado di ...
«1234»