1. Soccorso meccanico


    Data: 13/03/2019, Categorie: Tradimenti Autore: 1bellox40, Fonte: EroticiRacconti

    E' una fredda serata invernale. Sto percorrendo la statale per ritornare a casa. La strada non è illuminata e c'è del ghiaccio sul pavimento stradale. Percorro pochi km quando, all'improvviso, davanti a me, vedo una fiat cinquecento che è ferma sul bordo della strada. Decido di fermarmi dietro la cinquecento, per verificare se gli occupanti del veicolo stanno bene. Scendo dalla mia auto e sto per avvicinarmi all'utilitaria, quando si apre la portiera dell' auto e scende una donna. Lei è alta, con lunghi capelli neri e occhi neri. Ha indosso un capottino, con sotto una maglietta color carne, una minigonna blu e scarpe con tacco alto. "Per favore può darmi un aiuto. Ho chiamato mio marito ma non risponde. Fra un ora devo essere assolutamente allo studio televisivo per annunciare le previsioni del tempo. Non posso fare tardi..ah,dimenticavo..mi chiamo Alice". Mi parla con tono ansioso, ha davvero fretta e non può aspettare. "Va bene, l'aiuterò per quello che posso..non sono un meccanico..a proposito mi chiamo Gianfranco" gli rispondo. Lei mi sorride, apre leggermente il suo cappottino e infila una mano dentro la sua maglietta. Si accarezza i seni e io inizio ad eccitarmi. Ma non ho il tempo per stare a guardarla perché devo cercare di riparare il guasto. Apro il cofano e noto che c'è solo un filo allentato. Lo stringo, pulisco il vano motore e richiudo il cofano. "Prova ad accendere adesso" gli dico. Lei sale in auto, gira la chiave e..il motore parte. "Ti ringrazio. Sei ...
     stato eccezionale.. Adesso devo proprio andare.." mi risponde. Accende l'auto ma subito dopo la spegne e si avvicina verso di me. Mi prende per mano e mi fa entrare dentro la sua auto. Ci mettiamo a sedere sui sedili posteriori.. i nostri fianchi si toccano.. E' lei a prendere l'iniziativa e preme le sue labbra sulle mie. Poi infila la punta della lingua dentro la mia bocca.. le nostre lingue si uniscono.. mentre lei infila una mano dentro i miei pantaloni..Io spingo la mia lingua in profondità dentro la sua bocca. Lei risponde, afferrando il mio membro e iniziando a massaggiarlo su e giù. Poi le tolgo la maglietta ed inizio a baciare i suoi seni. Lei invece fa scorrere la sua lingua sul mio glande. Entrambi siamo eccitati al massimo. Io mordo i suoi seni, lei mi accarezza i capelli. Subito dopo, mi fa rialzare e preme, ancora, con forza, le sue labbra sopra le mie. Io faccio scivolare la mia lingua nella sua bocca e le nostre lingue si intrecciano di nuovo. Un attimo dopo, lei si abbassa e prende in bocca il mio glande. La mia eccitazione aumenta. Ma proprio sul più bello, lei si rialza, si riveste, mi bacia sulla bocca e poi mi invita a scendere dalla sua auto perché si stà facendo troppo tardi. Appena sono uscito dalla sua auto, lei mi saluta con un cenno della mano, accende la sua cinquecento e se ne va. Ne è valsa la pena, essermi fermato per aiutare... p.s. Il racconto è completamente inventato. Qualsiasi riferimento a personaggi o situazioni reali è puramente casuale. 
«1»