1. Nonne..... che cos'han sotto le gonne?


    Data: 13/03/2019, Categorie: Incesti Autore: MasterT, Fonte: Annunci69

    Nonne .. che cos’han sotto le gonne? Una domanda che, come me, vi sarete fatta tutti. Quan’ero bambino sembrava che le donne, in generale, avessero tra le gambe uno qualche animaletto che, sempre secondo le voci che circolavano, mangiava il pisello, o uccello che dir si voglia, dei maschietti. Una cosa preoccupante e a cui dedicai parecchi anni della mia vita a chiarire. Mia sorella, naturalmente fu la chiave di tutte le scoperte. Le donne partivano dall’avere una micina implume e delicata per passare alle passerina appena coperta di peletti morbidi, per diventare gatte e passere voraci di uccelli e piselli, pelose e dalle bocche aperte. Alla fine della carriera, tra le cosce delle nonne, diventavano tope e pantegane misteriose. Spero riusciate a seguirmi. Intorno ai dieci anni, avevo dimestichezza con micine e passerine, avevo visto la gatta della mamma che, detto tra noi, mi metteva una certa ansia per aver sentito che aveva morso l’uccello di papa’. Ma le tope erano un mistero. Sembrava che ormai avessero completamento distrutto gli uccelli dei nonni che, sempre secondo i discorsi, ormai “funzionavano” poco e male. Poi scoprii che le nonne non portavano le mutande.<!-- /1013617/Annunci_300x250 --> googletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1493738170950-0'); }); O almeno non le portavano le mie e quelle del mio piu’ caro amico, con cui discutevo di questi fatti. Me ne accorsi perche’ un giorno, tra un gioco e l’altro, mi trovai sotto al tavolo dove ...
     giocavano a carte e, tra le loro cosce bianche, sotto le gonne appunto, c’era una vasta area di pelo scuro. Solo pelo, niente tagli e labbra gonfie. Tanto pelo. La misteriosa topa?!!! Cercai di averne una vista da diverse angolazioni, persino rotolandomi sul pavimento e passando tra le loro gambe che dovevano aprire per forza, ma niente di conclusivo. A dir la verita’, entrambe le nonne non e’ che cercassero di nasconderla, anzi, tutte le volte che ero sotto il tavolo, le loro gambe si aprivano e il nido di pelo scuro potevo vederlo chiaramente. Fui tentato dal toccarle, ma non rischiai... e se mordevano? Avrei potuto chiedere di vederle da vicino. Le nonne mi volevano bene e mi coccolavano un sacco. Le avevo spiate anche in bagno ma sempre era solo pelo scuro in mezzo alle cosce bianche, sotto la piega della pancetta. Naturalmente dopo un po’ mi stufai del gioco anche se la curiosita’ rimase. Naturalmente, qualche anno dopo, il mistero non fu piu’ tale. Scoprii che tutte le donne hanno la fica. Non un’animaletto strano nscosto, ma una goduriosissima, vogliosissima fica. Fichette le ragazze, fighe le giovani, fiche le donne mature e, naturalmente, le nonne avevano la fica vecchia che con l’eta’ si asciugava e si chiudeva. Ecco risolto il mistero!! Passarono gli anni e feci le mie belle sperienze. Fichette e poi fighe mi svelarono i loro segreti. Quella della mamma sempre osservata speciale a cui davo una bella occhiata tutte le voltre che potevo. Serviva da pietra di paragone. ...
«1234...9»