1. La mia prima assistita


    Data: 14/03/2019, Categorie: Lui & Lei, Autore: caretonurse, Fonte: Annunci69

    Prendo la crema e inizio a spalmarle sul tatuaggio, cerco di evitare di spostarmi dal punto dove si trova, non voglio mica farle capire che sono un maiale?? Quei 5 min mi sembrano un eternità. Mi agito, sudo, sono nervoso. Le si gira e mi guarda, "ti va di farmi un massaggio?". Non me lo faccio dire una volta in più, intanto il mio cazzo inizia a cacciare liquido prostatico, l'eccitazione è alle stelle, se mi tocco esplodo. Le dico aspetta fammi avvisare il collega e ritorno. Esco dalla camera e vado dal collega e gli spiego il fatto, vado in bagno mi devo masturbare, non posso farcela, se questa me la dà, non duro più di un minuto. Mi tiro una sega immaginandolo nelle sue chiappa sode o nella sua bocca da troia, pochi colpi e lo sperma copioso fuoriesce dal meato e una macchia imbrattata il water, scarico mi sistemo e vado da lei. Entro è ancora lì mi aspetta, ha una faccia da troia. Le dico di rilassarsi e le chiedo se ha qualche olio per il corpo, prontamente me lo mostra sul comodino, era già pronto. Le sbottono il reggiseno e le faccio colare l'olio, già caldo per la temperatura infernale, sulla schiena. Lei ha un sussulto e io la seguo parimenti. Inizio il vigoroso massaggio alla schiena, cerco di essere quanto più delicato e incisivo quando riconosco una piccola contrattura così da darle sollievo e quel piccolo dolore lancinante che si riacutizza nel toccare il punto dolente. Sembra essere soddisfatta, accenna a qualche gemito e dopo qualche secondo ho una nuova ...
     erezione. Cazzo già..?? Cerco di non farmene accorgere ma si vede, devo aggiustarmi il cazzo nel pantalone. Continuo disinvolto il massaggio, oso, scendo verso il culo. Intanto sale la mia eccitazione sempre più. Inizio a massaggiarla scendendo verso le gambe, poi risalgo coscia, interno coscia e qui mi fermo e inizio una vera e propria manipolazione sensuale. Si gira e mi guarda con il viso rosso ardente di passione. Passa in posizione supina e mi invita a massaggiarla. Non ce la faccio sto per scoppiare. Le tocco il collo e mi avvicino. La bacio lentamente sulle labbra, poi scendo sul collo. La mia lingua cerca altro. Inizio a trastullarle le orecchie, lei geme si agita. Con un guizzo scendo sul seno. Tolgo il reggiseno già sbottonato e inizio a leccarle e secchiare i capezzoli, una 5 soda, capezzoli che sembrano ciucciotti. Sembra avere spasmi di piacere. Scendo all'obelico, ci ficco la lingua dentro. Poi le apro le gambe e inizio a baciarle l'interno coscie. Apre sempre di più vuole la mia lingua. Le abbasso le mutandine. Una figa spettacolare, tutta rasata. Inizio a perdermi negli umori, ho la bocca attaccata, non riesco a toglierla come se fosse una calamità. Con ardore e devozione le succhio il grosso clitoride come se fosse un cazzetto, le faccio un pompino. Lei geme mi vuole dentro di sé. Non ancora. Smetto di accanirmi sul cazzetto e infilo la lingua nella sua vagina profumata, succhio e ingoia i suoi umori. L'ho riscaldata è pronta a avermi.. Lo vuole, mi vuole dentro di ...