1. La passione di una vedova.Ramy: La vacca che sto possedendo


    Data: 14/03/2019, Categorie: Etero Dominazione Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    Ho conosciuto Ramy o meglio Ramona in una chat, su Badoo per essere chiari. Ramy non è italiana è rumena, e ha 40 anni. Prima di incontrarla abbiamo molto discusso. Io le ho detto molto di me e lei molto di se. Mi piaceva il suo modo di fare esplicito e la sua serietà nell’affrontare le cose. Lei cercava una relazione e io anche. Ci siamo trovati in chat e ci è piaciuto molto flirtare. Per un certo periodo Ramy ha giocato con me alla gatta che intrappolava il topolino e per un altro periodo io ho fatto il gatto e lei la topolina. Ci siamo attratti a vicenda e non potevamo resistere tanta era l’esigenza di scriverci sensazioni, interessi, pensieri, impressioni. Poi siamo passati ai messaggi sms e alle telefonate. Anche qui le cose avevano funzionato a meraviglia, tutto era fatato e il passaggio successivo è stato skype, li ci siamo potuti sentire e ci siamo potuti vedere. Ramy che in foto appariva interessante era senza dubbio belloccia, ben truccata e molto molto in carne. La sua carne debordava. Era una splendida signora abbondante, florida e opulenta. A me le donne così mi fanno sangue e io ho iniziato a farle una corte ancora più serrata, senza darle scampo. Mi piaceva, mi eccitava e io non le ero insensibile. Mi rendevo conto che cercava in più occasioni di restare sulle sue ma non le è stato possibile per molto tempo. Una sera mi sono denudato di fronte alla web cam e con il mio pene grosso e ritto come un pennone le ho chiesto di spogliarsi per me. Lei ha voluto ...
     declinare ma dai suoi occhi si vedevano le scintille aveva vergogna ed era indecisa. Era avida guardava il mio grosso pene e rideva, era a disagio combattuta fra quello che voleva il suo intimo e quello che la morale le imponeva. Ad un tratto io ho chiuso il collegamento ed ero certo che lei, come al solito, avrebbe chiuso e si sarebbe fatta la doccia prima di andare a letto. Non ho dato ulteriore interesse alla questione quando dopo circa una oretta mi è comparso un suo messaggio su wathapp. Ramy non riusciva a dormire e mi chiedeva di ritornare su skype. Ci ho riflettuto ma non ho voluto dargliela vinta. Credevo che si sarebbe sciolta e mi avrebbe fatto vedere il suo corpo ma non ho voluto darle la soddisfazione di ritornare on line. Dopo circa una ora su wathapp la frase era netta e perentoria, in maniera stizzita e mi imponeva quasi di ritornare sui miei passi. Ho abbassato la suoneria, mi sono voltato dall’altra parte e ho cercato riposo. Non ci sono riuscito ma la mattina è ricominciato con il buongiorno da parte della donna e tutto è passato nella normalità. La sera la solita chiamata su skype. Non ho risposto subito ma con fare riottoso ho deciso di accettare la chiamata. Ramy era seduta sulla sua sedia difronte al suo computer ma questa volta era in accappatoio e sorrideva nervosamente. La notte l’aveva maturata e dopo poche parole dolci e sicure le dissi perentoriamente di aprire l’accappatoio e lei con moltissimo imbarazzo lo fece. Esponeva alla mia vista due tettone ...
«1234...7»