1. Gang bang a 70 km/h. la gran troia della cassia


    Data: 14/03/2019, Categorie: Orge Autore: Ambra1985, Fonte: Annunci69

    la punto evo di Jo dietro non ha un sedile largo, 3 persone sedute ci possono stare bene, ma 3 persone che scopano non tanto, quindi vi descrivo la scena ma non pensate che sia stato facile come sembra! (Ma la scopata ne è valsa la pena e la fatica) Ritornando a noi, Ally aveva succhiato a meraviglia il mio cazzo, era lucido e ben salivato. Succhiò con avidità anche quello di Dino, dopo che ne aveva slacciato la patta e mostrava un cazzo nella norma; lui ha un fisico asciutto, basso ma piace per via dei suoi tratti sardi e scuri. Io invece ho la barba e quando devo porto gli occhiali, i miei compagni dicono che assomiglio ad un greco per via di alcuni tratti, mentre Jo ha occhi azzurri e barba scura, anche lui un fisico modellato ma è il più alto, Alex invece è nella norma, barbetta a "capretta" ma il suo punto forte (ossessione quasi) sono i pettorali. Mentre succhiava il cazzo di Dino ora toccava a me accarezzarle quel culo invitante, giocherellai con il suo tanga e strofinavo due dita sulla sua fighetta, davvero calda e invitante.. Umida e infinitamente desiderabile.. Non riuscii a trattenermi dal penetrarla.. Anche se mi pentii il secondo dopo, non trovai alcuna opposizione.. Si girò verso di me e mi disse "non mi bastano due dita.. Giochiamo un pò, ti va?" Me ne infilai uno alla velocità della luce, le alzai la gonna e le chiesi "come lo vuoi prendere?" Si girò verso di me e alzandosi la gonna si sedette davanti a me spostandosi il tanga e guardandomi negli occhi ...
     ammirava la mia espressione di piacere mentre trovava la posizione giusta sul sedile e posizionava meglio il mio cazzo che gridava a gran voce "ke voglia di figa!". Un altro bacio e poi ecco che sento la cappella farsi strada tra le labbra, il resto del mio cazzo che occupa piano piano la sua figa, un movimento lento e deciso, affamato di desiderio....ed ecco arrivare alla fine. Mentre era sopra di me si spogliò della camicia e del top che nascondeva un bel seno, alla sua vista Dino allungò una mano per afferrarne uno, mentre ormai si segava in modo vistoso. Una seconda mano spuntò da dietro una sua spalla, era quella di Alex, ora anche lui intento a segare un bell'arnese totalmente scoperto dai jeans. Quest'ultimo amico con una torsione del busto prese a baciarle le spalle e il collo, la pelle vellutata e morbida di una ragazza formosa e piacevole; i movimenti che poté fare erano pochi, un sali-scendi deciso, il mio cazzo usciva dalla figa di appena un quarto, quel tanto che bastava per sentirmi il re, e lei la mia regina.. I gemiti erano tanti, i complimenti "sporchi" si sostituirono a quelli puliti, così da regina divenne "la gran puttana della Cassia ". La sua fica continuava a grondare umori, la sua bocca era indaffarata nell'alternare il viso di Dino con il mio, il cazzo non perdeva un colpo e il ritmo che avevamo preso era paradisiaco, tutto il resto del suo corpo era attraversato da mani affamate che tintinnavano i capezzoli, salivano e si alternavano per sfiorarle le ...
«1...3456»