1. Con mie sorelle


    Data: 14/03/2019, Categorie: Incesti Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    Ho passato la giornata fuori di casa a seguire le lezioni all’università ed ora sono stanca. Per riposarmi mi sono accomodata su una poltrona con la schiena appoggiata alla spalliera e per la testa tanti pensieri di studentessa universitaria. Ho lo sguardo perduto nel vuoto e non so se l’idea che mi sta passando per la mente sia corretta oppure sia un qualcosa di malsano che la mia mente di giovane ragazza genera a causa degli stimoli che subisco nel frequentare tanti ragazzi e ragazze durante in facoltà. Questa idea me la trascino da qualche mese ed è sempre più frequente e più forte il desiderio di realizzarla.Ecco! I miei pensieri sono rivolti a mie sorelle Sandra e Gaia. Mi sa che sono una pervertita ma poi penso che in qualche modo devo fare e devo togliermi questa idea dalla testa. La voglia di conoscerle nel loro intimo è sempre maggiore. Se i nostri genitori sapessero i nostri passatempi probabilmente s'arrabbierebbero moltissimo, ma d'altra parte, guardandole, anche solo ferme a guardare la tv, non posso fare a meno di godermi la loro figura che trovo estremamente femminile. Per me è ancora tutto così strano e tante volte penso che dovrei togliermele dalla testa ma penso anche che se smettessi mi sentirei ancora peggio.Sandra e Gaia sono rispettivamente mia sorella maggiore e mia sorella minore.Se mi avessero detto che sarebbero divenute anche le mie amanti non vi avrei mai davvero creduto.Sandra è la più grande. Lei è stata la prima ad essere sedotta. Ha i ...
     capelli castani, leggermente mossi, un fisico snello da ballerina con curve appena definite, il reggiseno ha una seconda di taglia, un culetto da afferrare a piene mani. In effetti è lei ad aver cominciato tutto quando, quella sera, insistette per entrare in bagno nonostante io stessi facendo la doccia.Ricordo tutto ancora molto bene. Come al solito mi accusò di essere troppo pudica e che da bambine ci eravamo viste nude molte volte. Le mie opposizioni valsero poco per lei che entrò in bagno per pettinarsi. Per scherzare si è avvicinata alla doccia. Ciò che accadde dopo fu solamente il piacere di penetrare una donna che ripeteva di essere mia, che diceva, per quanto assurdo fosse quel momento, di non aspettava altro che essere stretta fra le mie braccia a gemere per il piacere che le stavo procurando.A seguire la stessa cosa accadde con Gaia e sono convinta che sia stata Sandra a progettarla. Gaia è timida, introversa e teme la penetrazione vaginale. Lei ha un fisico meraviglioso con curve generose e morbide ma nonostante ciò non è mai riuscita a trovare un fidanzato; anzi, le sue uniche esperienze con l'altro sesso erano state fatte con me nei due mesi precedenti. Sandra col passare del tempo desiderava da me prestazioni sempre più ravvicinate nel tempo, mentre Gaia era più tranquilla e mi bastava chiederle qualcosa perché lei obbedisse con felicità espressa da un sorriso che le illuminava il volto.Si era creata una situazione in cui facevo sesso con mie sorelle in separata sede ...
«1234...7»