1. Cronache di un fuori sede - marcello


    Data: 15/03/2019, Categorie: Gay / Bisex Autore: samael7, Fonte: Annunci69

    Visto che mi è stato richiesto, ecco il continuo del racconto... spero vi piaccia e scusate eventuali errori, ho dovuto gettarlo giù molto in fretta causa studio, aspetto sempre i vostri pareri :) Le sue sottili labbra rosse... la sua calda lingua ... la sua bocca avvolgente... il suo bacio prorompente ed improvviso all'interno del bagno pubblico... quella sua chioma quasi dorata. Fu un lampo. In un attimo mi ritrovai schiacciato sul muro del bagno con la sua lingua in bocca, dominato dai suoi muscoli e dalla sua possente erezione che spingeva sulla mia. Non abbiamo bisogno di parole, risulterebbero solo superflue e fuori luogo. Dunque ricambio il bacio, non oppongo resistenza, lo lascio entrare, cerco avidamente la sua lingua, le sue labbra, la sua faccia.. i suoi penetranti occhi azzurri mi stavano fissando, sembrava mi riuscissero a leggere sin dentro l'anima. Un altro attimo e finii in braccio a lui, le braccia avvinghiate saldamente alla suo collo, le mani tra i suoi capelli, mentre le sue erano intente a scoprire il mio di collo che fremeva sotto la sua lingua. Non esisteva più nulla, solo io e lui in quell'abbraccio e il suo poderoso membro pungeva impaziente cercando il mio ano, ostacolato però dalle nostre divise da ginnastica. Si ferma, mi lascia, mi guarda, mi sorride... Ah quel sorriso.. così bello, lineare, perfetto. Non ce la faccio più, devo averlo. MI avvicino ancora di più, ma ancora prima che potessi arrivare alle ,mi ritrovo di di nuovo al muro, solo che ...
     stavolta c'è la mia faccia appiccicata, lui è dietro. Una sua mano è già nei miei pantaloni, cerca il mio cazzo, lo trova, ne tasta la lunghezza, lo prende e inizia una lenta e mirata segna. Il suo ritmo è perfetto, sembra che mi conosca... L'altra mano è già sul mio culo, lo tocca. lo palpa. lo schiaffeggia, si insinua dentro anche lei, cerca in buco, lo trova. Prima che potessi goderne è già dentro. Va piano, con calma, è gentile, non vuole farmi male, specialmente per la mancata lubrificazione... Ma io sono già in estasi, non il tempo di avvertire fastidio, voglio semplicemente che vada al dunque. Fremo, spingo, lo assecondo. la coordinazione tra sega e dito è perfetta, non ci vedo più... Il dito sparisce, con mio grande rammarico, avverto dell'aria fresca sui glutei, mi ha spogliato. Ancora un attimo e la sua bollente erezione è già nel solco, va su e giù... Aspetta vorrei gridare, non abbiamo nè lubrificante nè preservativo, ma prima che potessi farlo lui inizia a spingere e... BAM Avverto un assurdo dolore alla guancia destra. Apro gli occhi. Le 10:45. Aula 352. Diritto del lavoro. "Guarda il bell'addormentato si è svegliato!". Mi volto e vedo la faccia di Carlo, il mio migliore amico di sempre. "Coglione" gli sussurro, un'altra fitta mi corre lungo la guancia, la tocco, sembra apposto. "Cazzo hai fatto?" volevo gridargli contro, ma eravamo nel bel mezzo di una lezione ed il prof era intento a spiegare non so cosa. Scoppia a ridere, i suoi occhi verdi mi fissano, il ...
«123»