1. Esperienze (gay) - 0 -Trasformazione


    Data: 15/03/2019, Categorie: Etero Gay / Bisex Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    trasgressive. Ma devi volerle davvero se vuoi godertele. Vuoi farlo?- Giulio, io........se a te fa piacere.- Si, con te si.Qui possiamo farlo meglio, ma vorrei che tu partecipassi di più, con più passione e con meno inibizioni. Se dobbiamo farlo, tanto vale prenderci tutto il piacere che vogliamo, ti pare? Spogliati, sai è bello sentire il corpo nudo a contatto? Devi provare questa sensazione.Mi baciò sulle labbra, non provai repulsione. Aveva labbra grosse e spesse e molto calde.Poi mi obbligò a baciarlo nella bocca, forzandomi, e sentii il sapore della sua saliva. Resistetti un poco ma poi cedetti e partecipai al suo bacio.Ero incerto, dubbioso se farlo, mi spogliai timidamente.- Bello. Mi attiri più di una donna.Baciò delicatamente i miei capezoli provocandomi un brivido.- Vedi? - disse - é la tua parte femminile che si eccita sui capezzoli.Stavamo in piedi, nudi, e lui mi carezzava le natiche guardandomi in viso, forse per vedere come reagivo a quelle carezze ed al fatto che passava in suo grosso dito tra di esse. Avevo il cazzo durissimo e sentivo il suo contro la coscia.- Fammelo ancora - gli dissi al colmo dell'eccitazione - come l'altra volta. Voglio sentirlo tra le cosce.- Vieni. E sentiti libero mentre te lo faccio, libero di chiedermi quello che desideri.Stavamo nudi, distesi sul letto di fianco, sentivo i peli del suo petto sul mio, mi eccitava sentire il suo corpo. Mi fece chiudere le cosce, mi fece sollevare i testicoli ed il cazzo e mise il suo cazzo tra ...
     esse. Teneva una mano sulle mie natiche , le carezzava, passava tra esse il suo dito e poi, mentre chiavava, spingeva in alto il suo glande fino a fargli toccare il mio ano.- Ti piace sentirlo così, vero? Sentirlo vicino al tuo culetto, che ti tocca. Rispondimi.- E' bello - dissi.Mi eccitava da morire sentire toccarmi l'ano con il glande, avevo il cazzo durissimo che stava compresso tra la mia e la sua pancia; lo tenevo verticale per dargli più spazio per chiavare tra le cosce e per spingermi contro di lui in modo che riuscisse meglio a sfiorarmi l'ano con il glande.Lui mi spinse lentamente di lato e finii sotto di lui.- Ti piace tanto sentire il cazzo? Vuoi sentirlo di più ? - mi chiese - Vuoi sentirlo davvero? Se proprio desideri sentirlo veramente, lo devi sentire dentro di te, nel tuo corpo.- Giulio io.....no, ti prego, nel culo no......- Lo so, lo stai desiderando. Vuoi farlo.- Giulio, non voglio che mi inculi, non l'ho mai fatto.- E adesso invece hai desiderio di farlo. Accettalo, non devi vergognartene. Vorresti farlo.Era vero.Mi allargò le gambe, si mise in ginocchio tra esse e me le sollevò. In quella posizione ero esposto alla sua penetrazione. Avevo paura di farlo.- Giulio no. Nel culo no. Ti prego.Ma era inutile.- Avanti Ivo, coraggio.- Giulio vorrei farti contento, ma non voglio che me lo metti dentro. Mi farai male, mi chiaverai come un gay.- Ma no.Ti chiaverò come una ragazza, guardandoci negli occhi.Allungò la mano sul comodino e sentii il fresco del gel tra le ...
«1234...»