1. Innamorata dello zio


    Data: 19/03/2019, Categorie: Saffico Etero Incesti Trio Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    Sono lì sul divano, seduti davanti alla TV in una calma serata di ottobre.Lei, Chicca, diminutivo di Francesca, è figlia di Pietro e Loredana i quali, lavorando a turni, sovente sono assenti da casa. In questi frangenti ricorrono all’aiuto di Marcello e Lisa, con cui condividono una villetta bifamiliare in periferia.Non che ci sia necessità di un babysitter, Chicca non è più una bambina e ha ampiamente dimostrato di avere la testa a posto, però si sentono più sicuri nel lasciarla in compagnia degli zii.Sì, perché Marcello è il fratello di Pietro, minore di 16 anni del fratello quarantenne, e convive con la ventitreenne Lisa. I due non hanno ancora figli e vista la poca differenza di età con la nipote sono felici della sua compagnia.Le vogliono un monte di bene e la trattano come una sorellina adolescente, perché così pare loro per il suo carattere introverso che la differenzia enormemente dall’esuberanza delle sue coetanee.Anche fisicamente Chicca dimostra meno anni. Fisico esile, lunghi capelli color del miele, seno poco abbondante, al posto del sedere ha due piccole mele che attirano gli sguardi solo perché spiccano rispetto al fisico.In realtà Chicca non è infantile, tutt’altro, ma così pare loro che sono contenti di coccolarla, e lei di farsi coccolare.Questa sera Lisa è uscita con delle amiche e così, sul divano, ci sono solo lei e lo zio a guardare un qualche film.Nella stanza illuminata solo dal televisore sono seduti vicini. Fa caldo per essere ottobre e entrambi ...
     sono in pantaloncini e maglietta. Nessuno dei due parla, intenti a seguire le immagini.Marcello si annoia, il film non è granché.Giocherellone com’è nel suo carattere, fa il solletico alla nipote che ridacchiando si scosta.E’ un gioco che fanno di tanto in tanto, è un segnale d’affetto che si mandano, coinvolgendo anche Lisa, quando presente, in tenzoni nelle quali si coalizzano in due contro uno o una e che finisce sempre con grandi risate.Anche questa volta Chicca reagisce ripagando lo zio di egual moneta, e di due si aggrovigliano ridendo.E’ inevitabile che nella parapiglia le mani cadano dove non dovrebbero, le dita tocchino punti non voluti, l’eccitazione del gioco trascini e devii verso pensieri alternativi.Si bloccano entrambi all’improvviso realizzando il momento: Marcello ha le mani sulle gambe di Chicca, le sente calde sotto i palmi. L’occhio viene attratto dal vertice di quelle gambe, lì dove il pantaloncino si allarga facendo intravvedere il bianco candido delle mutandine.Chicca ha un segreto: da anni è innamorata dello zio. Ha avuto le sue storie, ha già perso la verginità, più per insistenza del suo lui che per passione, ma da sempre ha in cuore l’immagine irraggiungibile dello zio: alto, atletico, simpatico……. Bello.Ora il suo Ideale è lì di fianco a lei. Dopo averla toccata, involontariamente nel gioco, un po’ dappertutto, ora ne sente le mani bollenti sulle cosce, poco sopra il ginocchio.Il respiro le si fa corto. Immagina le mani di Marcello che scivolano verso ...
«1234»