1. Le traduzioni: Mi son divertito anch'io!


    Data: 19/03/2019, Categorie: Etero Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    Sabato sera io e mia moglie siamo andati a una festa che davano i nostri vicini.Ho 45 anni, mia moglie dieci meno di me. Ho una calvizie sempre più evidente e sono sovrappeso di circa dieci libbre. Non sono grasso ma ho messo su un po di pancia. In compenso cammino molto per cui ho un tono muscolare decente.Sharon, mia moglie, ha invece una silhouette da fare invidia visto che tre volte a settimana va in una spa. Sembra dieci anni più giovane di quel che è e dà a tutti l’impressione di essere arrapata. Ma spesso l’apparenza inganna.Si è concentrata così tanto sulla sua forma e bellezza da mandare in frantumi la nostra vita amorosa. Siamo ormai arrivati al punto che certe notti, poche quanto sporadiche, quando facciamo l’amore va a finire che sono solo io che faccio l’amore con lei. Sebbene lei sia poco partecipe, mi assicuro sempre che lei sia venuta prima di farlo io. Ma con il passare del tempo la mia motivazione è decisamente sparita.Quella sera, dopo una cena leggera, era di cattivo umore: ‘Speriamo almeno di incontrare dei bei ragazzi stasera’‘E perchè mai’ - chiesi‘Potrei spassarmela un po’ ‘ - mi rispose in tono gelido‘Beh se ci riesci fammelo sapere, così magari lo faccio anche io’ - dissi cercando di sembrare sicuro di meMi rispose con un piccolo sbuffo: ‘Va bene’La festa era abbastanza interessante e ricca di alcool.Non avevo voglia di bere, giusto qualche goccetto. Preferivo piuttosto restarmene in disparte a guardare gli altri che ballavano. Sharon s’era ...
     buttata nella mischia e sembrava essere abbastanza alticcia. Stava ballando con Bill james, famoso nel quartiere come esperto donnaiolo. Sorridevo, immaginando che lei si stesse divertendo.Con il passare del tempo la festa si era spostata fuori, accanto la piscina. Era più carino, c’era spazio per ballare e i lettini fornivano molti posti a sedere.Decisi di dare una mano a Don, il padrone di casa, riempendo un contenitore con birre fresche e portandolo fuori. Mi disse: ‘Ci sono altre birrenel frigo in cantina. Dai un’occhiata a queste e se finiscono scendi pure a prenderle, ok?’Con un cenno della testa risposi: ‘ok, ci penso io’Mi ero trovato un posto tranquillo in fondo alla piscina, lontano dalla calca, e dopo un po’ mi accorsi di un bel cespuglio accanto alla piscina dal quale, in penombra, potevo controllare tutti.Nello stesso istante mia moglie Sharon ballava con Bill e gradualmente stavano avvicinandosi a un lato del cespuglio dove mi trovavo io.Ad un certo punto un lento, Sharon e Bill si strinsero. Vidi chiaramente una mano di Bill farsi strada e palpare con decisione il sedere di mia moglie che non opponeva alcuna resistenza.‘Cazzo se se la sta spassando’ - pensavo. Avvinghiata a lui in disparte con lui che le tastava il sedere e lei che continuava strusciarsi a lui: se la stava spassando.Ero indeciso se rimanere a guardare o se andar via; Pam, la moglie di Bill era presa da una conversazione con Carol, moglie di Don, nessuna persona intorno a me interessante e con cui ...
«1234»