1. 149 - Francesca casta e pura, lo zio Mario e sua figlia Melissa (sesta parte)


    Data: 07/04/2019, Categorie: Etero Trio Incesti Orge Saffico Dominazione Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    …………………………………Francesca una volta a casa, ricevette una telefonata……“Ciao sono zio Mario, avrei un bel gioco da spiegarti………….”“Zio, quando vieni???”“Presto, bambolina mia, molto presto………”Francesca, dal momento in cui ricevette quella telefonata, per i sei mesi successivi, rimase costantemente in confusione. Poi, poco prima di Natale, una domenica mattina, squillò ancora il telefono, lei si precipitò a rispondere e sentì la voce che da tanto tempo desiderava sentire…….“Ciao, bambina bella, sono lo zio Mario, i tuoi genitori ci sono? Vorrei venire su da voi e mi fermerei per qualche giorno, se mi passi tuo padre o la tua mamma così ci accordiamo…”“Oh si zietto, ti passo subito papà, ciao a presto….”Parlarono qualche minuto e poi ci fu un conciliabolo tra il papà e la mamma di Francesca, quindi si accordarono. Sarebbero arrivati lui, la zia Luisa, Melissa e i gemelli, la domenica successiva e si sarebbero fermati un’intera settimana.A Francesca quei sette giorni sembrarono non trascorrere mai, lei li visse con il cuore in tumulto e con un rimescolamento interiore infinito.Poi, finalmente giunse la sospirata domenica e verso le dieci del mattino il campanello della porta di casa squillò insistentemente. Francesca fu la prima a correre ad aprire la porta, lì davanti a lei il suo mitico zio Mario. Entusiasta, gli buttò le braccia al collo e gli circondò i fianchi con le sue gambe rimanendo appesa all’uomo. Lui la strinse a se con affetto e quindi si liberò dalla stretta e ...
     salutò tutti gli altri. Francesca, notò che lo zio non era per niente cambiato, mentre Maurizio e Dario, i due gemelli, sembravano fisicamente cresciuti parecchio. Anche Melissa sembrava meno sbarazzina, più seria e più matura. La zia Luisa invece, come suo marito, non era affatto cambiata.“Dai, Francesca, vieni a darmi una mano, così scarichiamo i bagagli e chiacchieriamo un po’…..”“Si zietto, vengo subito…….”Mentre Simona, la mamma di Francesca, faceva gli onori di casa, conducendo gli ospiti nelle camere a loro destinate, zio Mario e la sua nipotina prediletta, scesero in cortile.“Zio, metti la macchina in garage, quella saracinesca laggiù in fondo, la vedi??”“Si, la vedo, ok metto in moto e arrivo…”Una volta in garage i due si abbracciarono strettissimi e si baciarono con la lingua in bocca……..“Ziuccio bello, quanti ditalini che mi sono fatta per te…”“Sapessi quante seghe che mi sono fatto io!!!”“Tiralo fuori, voglio toccartelo, voglio che me lo ficchi dentro, voglio……”“Ehi, calma, calma, abbiamo una settimana di tempo amore mio…..”“Ti prego, pochino, ti prego…….”Mario si aprì i pantaloni e lo estrasse……“Oh zietto mio… Che cazzone che hai!!! Mi ero quasi scordata di quanto ce l’hai grosso!!!!”“Ho una voglia di mettertelo dappertutto!!!!”Lei si abbassò davanti a lui e glielo prese in bocca………“Ummmhhhh, la mia porcellinaaaa, non ti sei dimenticata di come si succhia un cazzo!!!”“Ummmhhhh, uuummmhhhh…….”“Mi fai sborrare se fai così, ti sporco il vestitino amore mio se mi fai ...
«1234...12»