1. Ricomincio da qui


    Data: 13/04/2019, Categorie: Dominazione Etero Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    Oggi ti sei svegliata tutta bagnata perché mi hai sognato. Non capita spesso, ma quando capitano queste giornate so già che potrò farti tutto quello che desidero, da cose semplici e poco articolate fino alle cose più perverse che quasi potremmo definire losche. Oggi mi hai scritto un sms con queste parole:“Padrone buongiorno, mi sono svegliata e sono un lago, attendo suoi ordini.”“Alzati e fotografati nuda, poi dopo chiamami su skype”Esegui come al solito, sei perfetta in tutti gli ordini che ti chiedo, sei la mia schiavetta perfetta, mi sembra incredibile ma tu esegui e dopo aver gongolato sul tuo corpo imperfettamente perfetto arriva la chiamata su skype. Oggi è domenica e non abbiamo problemi con stupidi ed inutili corsi universitari, la domenica sei tutta per me.“Sei uno splendore schiavetta, davvero” arrossisci vistosamente per il complimento che non ricevi spessissimo “Cosa ne dici di farmi visita oggi? Vieni vestita elegante, come se fossi ad una cena galante, sotto però voglio che tu metta le solite calze autoreggenti, sai che mi fanno impazzire e so che tu vivi per farmi impazzire.”Un tuo cenno del capo implica che sei d’accordo. Dopo averti salutata velocemente vado a lavarmi e prepararmi per oggi, voglio essere anche io perfetto per il nostro incontro, mi sento stupido, come se aspettassi la fidanzatina, anche se in realtà sei la mia schiavetta.Appena finisco la doccia sento il campanello suonare, un po’ di torpiloquio interrompe la mia serenità ed infine vado ad ...
     aprire la porta. Cavoli sei già arrivata! Quanto tempo ci ho messo per la doccia?“Schiavetta, entra e aspettami”.Ti lascio la porta aperta, so già che ti accomoderai come ti ho insegnato a fare. C’è il tuo tappeto e tu ti devi accucciare vicino alla mia poltrona, quella che sai io preferisco. Decido di stupirci, di prendere un iniziativa mai fatta. Entro nel soggiorno dove mi stai aspettando completamente nudo, senza accappatoio e con il cazzo un po’ barzotto pronto per te. Mi avvicino a te e con un dito ti prendo il mento facendoti salire lentamente verso il mio pene. Hai già il fiato corto, non devo nemmeno darti istruzioni che tu già ti avvicini e inizi a lapparlo diligentemente. Appena prendo la coda che sai io voglio tu tenga, e con forza ti costringo ad avvicinarti al mio pube apri la bocca e io ti penetro in fondo alla gola. Stai godendo, si sente, si sente il blurp glurp classico di quando forzi la gola ad una donna. Inizio a godere, ansimo anche io e tu inizi ad ansimare con me, eccitandoti come non mai.Ti prendo e ti tolgo barbaricamente i vestiti, senza mezzi termini con forza, ti rompo quasi due cuciture, vedo il tuo cruccio iniziale ma poi riconoscci la mia figura e non dici nulla. Ti prendo e di peso quasi ti faccio adagiare sopra di me, in quello che sarà uno dei 69 più belli che io possa ricordarmi. Godiamo, godiamo assieme anche se io ti batto facendoti venire due volte prima che il tuo terzo orgasmo arrivi subito dopo il mio. Mi pulisci il cazzo come sempre e ...
«12»