1. Una settimana, solo una settimana (Mercoledì)


    Data: 14/04/2019, Categorie: Dominazione Autore: Amore&Psiche, Fonte: EroticiRacconti

    MERCOLEDI’ Sono molto più sereno quando mi sveglio, ho dormito meglio delle ultime notti e ho voglia di uscire. Certo il tarlo del dubbio continua a lavorare ma ho deciso di usarlo per capire. So già la risposta ma devo metabolizzarla. E non è facile. Passo la giornata cercando di abituarmi all’idea che Monica sta “acquisendo consapevolezza”, così si esprimono in quell’ambiente, e la cosa si rivela tutto sommato intrigante. Ho capito che ascoltare il corpo quantomeno mi fa soffrire meno. E’ sicuramente un atteggiamento egoista ma non voglio più torturarmi con l’idea che Monica sta soffrendo. Siamo a metà settimana e i giorni passano alla svelta. Sabato la rivedrò, tornerà ad essere mia, solo mia e ci godremo la settimana successiva rilassandoci e coccolandoci. Ho anche deciso che voglio farla partecipe dei miei desideri. Non è giusto che le nasconda certi pensieri. So che non la prenderà bene ma credo che sia un passaggio necessario. Rispetto e obbedienza, obbedienza e rispetto. Tra di noi non devono esserci segreti, ce lo siamo promessi tanti anni fa, il giorno che, tenendole la mano, le ho chiesto se voleva essere la mia ragazza. A cena rivedo Carmen, questa mattina non c’era, e ho modo di ringraziarla ancora del tempo che mi ha dedicato. Le dico come la giornata sia stata più serena e che la paura e i dubbi stanno scomparendo anzi l’ansia generata dalla paura sta diventando impazienza per la curiosità. Le chiedo anche, visto i suoi contatti, di tenermi comunque aggiornato ...
     su Monica, -l’ho conosciuta questa mattina. Ero di servizio in villa, a volte capita. Abbiamo parlato un po’. Mi ha chiesto come stai, era preoccupata. L’ho tranquillizzata, le ho raccontato della nostra chiacchierata di ieri sera e lei era turbata. -ma lei come sta? Come l’hai trovata? -sta bene, veramente, credimi. Dice che il corso non è quello che pensava, fa fatica a accettare certe dinamiche ma vuole portarlo a termine, dice che è la prima volta che si trova in certe situazioni e ne soffre ma ha capito che solo arrivando alla fine potrà dirsi veramente padrona dell’educazione. -ma soffre, hai detto che soffre?! -fisicamente sta bene, solo un po’ stanca, è più una sofferenza mentale. Da quello che mi hai raccontato non deve essere facile per lei subire certe prove. -come “subire certe prove”?! – sono allarmato dalle sue parole –cosa le fanno?! -nulla che lei non voglia provare, te l’ho detto, certe dinamiche, certe prove esulano dai canoni classici dell’educazione. E comunque devo dirti che tua moglie è proprio una bella donna, complimenti, e ha un corpo ancora fresco e tonico, hai ragione quando dici che potrebbe stare in topless, ha un seno magnifico. E anche tua cognata non è così male, perché la vedi così scarsa? secondo me ha grandi potenzialità, dovrebbe certo farsi qualche ritocco, il seno in particolare, ma io vedo in lei una bella donna. -lei come sta? -non ha parlato molto, secondo me delle due è quella più in difficoltà, ma, parola del professore, è quella che ...
«1234»