1. La mia amica sophie e la sua prima volta ( parte prima)


    Data: 14/04/2019, Categorie: Lesbo Autore: Valerie2004, Fonte: Annunci69

    Sophie non era di quelle che ti giravi a guardarla, non era alta, non era appariscente ma aveva un corpicino sodo e turgido come una 20 enne e due occhi che sembravano rubati al mare della Sardegna, insomma...era una che lasciava il segno! La conoscevo da 10 anni, all'inizio era timida e riservata, la classica gattina ingenuotta, con la sua storia d'amore da favola, con i suoi occhi a cuoricino e con i suoi sogni. Io, nonostante di poco più grande di lei, seppur immersa nel mio mondo, mostravo già allora segni di maggiore vivacità. Il tempo trascorse, dapprima lentamente, poi....ad un tratto crescemmo di botto, come i fiori che in una notte sola si aprono e immergono i loro petali nei profumi della natura, così le due ragazzine lasciarono posto a due donne, pronte ad immergersi nei dolori e nei piaceri della vita. Scoprimmo così una grande passione per il sesso, quello fatto bene, quello che più ne fai e più ne vuoi fare, quello che ti svegli la notte in preda all'eccitazione, quello che ti fa godere il cervello prima della fica....e in tutto questo ci raccontavamo tutto, anche i particolari, traendo eccitazione l'una dai racconti dell'altra, senza mai pensare di andare oltre... Un giorno io feci la mia prima esperienza lesbo, insieme al mio uomo e subito la raccontai a Sophie, che dapprima reagì disgustata, ma man mano che la coinvolgevo nel mio racconto, l'eccitazione che raccoglieva dai miei occhi colmava i suoi, stuzzicandole la curiosità e la fantasia. Una sera, in una ...
     serata tra amiche, quelle in cui bevi un po' e fai la stupida, si fini' inevitabilmente per parlare di sesso ed ecco che il discorso cadde sulla mia esperienza col gentil sesso, che peraltro non rimase isolata. Sophie mi guardava negli occhi, erano due gemme che brillavano, le pupille erano dilatate, era evidentemente eccitata ed io sapevo perché : dopo la nostra serata avrebbe incontrato il suo amante (Sophie era sposata, ma troppo birichina ormai per accontentarsi di un rapporto canonico e anche troppo timorosa per coinvolgere suo marito in giochetti extraconiugali) e si sarebbe fatta scopare in macchina come una cagna vogliosa dal suo giovane amico, sicura poi di tornare a casa e continuare il giochetto con suo marito, contento di sentirla calda e lussuriosa.. Ad un certo punto mi stupì, mi guardò dritta negli occhi e mi disse : "noi due siamo uguali .... Magari con te potrei provare ad assaggiare il gusto della fica, se succederà voglio che la mia prima volta sia con te.." Io rimasi a bocca aperta, cercavo di capire se fosse seria, se non fosse qualcosa dettato solo da quel poco di alcool che il suo corpo voluttuoso aveva ingerito, insieme alla serie di eccitanti racconti che le avevo trasmesso, pertanto volli mettetela alla prova e mentre continuavamo a ridere e scherzare con le altre, le scrissi un messaggio: "se sei uguale a me dimostralo, stasera vorrei assaggiare i tuoi umori, inondarti dei miei, fondere le mie membra con le tue, lasciarti il mio odore addosso e poi ...
«12»