1. Un uomo speciale


    Data: 14/04/2019, Categorie: Trans Autore: stefilook, Fonte: Annunci69

    Quella mattina mi ero alzata senza voglie particolari, ma aprii comunque il sito per vedere se avessi messaggi. Poi feci qualcosa che non faccio mai, mi misi a guardare chi ero online nella mia zona. Mi sorpresi nel vedere un profilo a me sconosciuto che mi sembrava fosse chiaro avessi piena compatibilità con me in quello che cercavamo. Lui un uomo maturo, attivo, attratto dalle trav. Io passiva, vogliosa di essere femmina. Così gli scrissi, cosa che non faccio quasi mai perché sono passiva anche in questo senso, preferisco essere preda che cacciatrice. Mi rispose subito, già dopo due messaggi mi sentivo supereccitata. Si dimostrò proprio essere quello che avevo, invano, cercato finora. Capii subito che sapeva esattamente che tasti toccare con me, ovvero come farmi sentire femmina. Aveva esperienza. E poteva ospitare. Feci tardi al lavoro pur di non perdere il contatto con lui, concludemmo già i primi messaggi con me che venivo appellata (mia/tua troietta). Durante il giorno coninuò a scrivermi cosa volesse da me, tenedomi costantemente eccitata! il giorno dopo ero al lavoro in uno stato di "alta tensione erotica" mai provato. Quando ormai ero prossima a prendere le mie cose femminili e partire per raggiungerlo...mi chiamò il capo! Mi fece fare tardi e non riuscii a prendere la lingerie e tutto il resto. Dovetti decidere in un secondo: vado senza lingerie o rimando? Scelta difficile. Senza lingerie non mi posso sentire Stefi ed essere femmina. Ma temevo che rimandare ...
     potesse significare perdere questo contatto che mi aveva già donato 2 giorni di un eros di altissimo livello. Partii verso di lui! Mi aspettava in strada, gli dissi subito che non poteva avermi come mi aveva vista in foto. Mi rispose semplicemente di seguirlo in casa. (Passo al verbo al presente per rendere l'immediatezza) Subito in bagno, mi lavo ed esco verso di lui. Non é come le altre volte in cui in quel momento la preoccupazione di non piacere viene mitigata dallo "schermo" della lingerie, dei tacchi alti. Per la prima volta sono nudO davanti ad un uomo. Mi si avvicina, mi accarezza. Con pochi gesti mi fa sentire molto più femmina di altri maschi che ho incontrato. Per me é la conferma delle mie sensazioni date da quanto mi aveva scritto. Mi sento felice, poco dopo sono in ginocchio (lui in piedi) a leccargli cazzo e palle (mi aveva scritto espressamente che lo voleva). Mentre lecco con quel cazzo magnifico che mi ero sognata per 2 giorni mi rendo conto che quest'uomo mi ha giÀ cambiata perché non sono mai stata così sottomessa. Voglio fargli capire che non sto solo leccando e succhiando il suo cazzo, lo sto adorando. Il suo magnifico cappellone, l'asta ad arco, le palle gonfissime rese ancor più dure dall'elastico...tutto mi fa impazzire di piacere e cerco di ricambiare leccando con tanta saliva tutto, ficcandemelo fino in gola e tenendolo dentro facendogli sentire che quasi soffoco pur di renderlo felice. Si fa leccare a lungo mi lascia giocare tantissimo col suo cazzo e ...
«123»