1. Ballando il tango VI


    Data: 27/11/2017, Categorie: Prime esperienze Autore: Alba17, Fonte: EroticiRacconti

    Mattino. Il mio solito ritardo e oggi ho un esame importante. Sbuffo furiosa contro di me mentre mi preparo velocemente. Mi lavo, lego i capelli a coda di cavallo, mi vesto in fretta e corro per raggiungere l'università. Dio, come sono in ritardo oggi! Sono così persa nella mia ansia che non mi accorgo di averti davanti. "Ehi, ma buongiorno signorina- mi dici a due passi da me- sai fare qualcosa con calma?" Il cuore mi si ferma. Non credo ai miei occhi. Sei proprio tu. "E tu?- dico riprendendomi dalla sorpresa- sai apparire solo nei momenti meno opportuni?" "E quali sarebbero i momenti opportuni per te?"- mi dici quasi scocciato dalla mia risposta che può sembrare sgarbata. "Ho un esame- rispondo subito dispiaciuta- e sono terribilmente in ritardo. Adesso che ti ho visto sono pronta a saltarlo..." Faccio per aggiungere altro ma tu mi interrompi: "Sali in macchina, testona. Ti ci porto io" Che fortuna oggi!-Penso tra me e me- ho risolto il problema del ritardo e anche... "Senti!"- ti dico senza perdere tempo. "Sono tutto orecchi- mi dici punzecchiandomi- dimmi dai, spara le tue brillanti idee." "Questa settimana sono da sola in casa. Ti va di venire da me... per fine settimana?" "Va bene, piccola peste. Oggi vengo a prenderti all'uscita, ma ora concentrati sull'esame, okay?" Ti guardo sorpresa con il sorriso tra le labbra, la gioia negli occhi. Nelle mie orecchie le tue parole fanno eco e si ripetono mille volte come se la mente volesse carpire parole quasi incredibili, ...
     magiche. "Adesso vattene e in bocca al lupo!"- mi dici riportandomi a terra dai miei sogni. Non so come faccio, ma l'esame va più che bene! Il mio cervello lavora a 360 gradi con una prontezza che non sapevo di avere. La mia mente vola in mille posti contemporaneamente: l'esame, uscita, te, casa, NOI... E poi? Soddisfatta abbandono l'aula. La tua macchina mi aspetta fuori. Volo leggera verso di te. "E' andato benissimo!" - ti sussurro emozionata "Non avevo dubbi"- mi dici mentre guidi verso casa mia. Arriviamo... Scendiamo... Non ci baciamo.. Non ci parliamo... Con mani tremanti apro la porta... Entriamo. Chiudo dietro di te. Mi guardi. Ti guardo. Non so cosa pensi in questo istante, so solo che sei così irresistibile. Ti salto addosso. Le mie braccia al collo. Le gambe agganciate alla tua vita. Mi sorreggi con le mani i fianchi. Cerchi la mia bocca. La divori. Apro la bocca per respirare, me la violenti con la tua lingua. Gustiamo affamati i nostri sapori. Poi mi molli sul divano. Distaccato ti siedi accanto a me. Ti guardo sorpresa senza fiato. "Ti prego!- supplico in silenzio- non farlo. Non questa volta. Non lo sopporterei di nuovo" Sei serio. Guardo i tuoi occhi. Non riesco a capirti. Mi manca il respiro... Capisci il mio timore. Ridi e ridendo mi dici: "Vieni qui. Questa volta non hai scampo" Divertito mi prendi in braccio, ti sdrai sul tappeto. Mi liberi dei vestiti baciandomi, mordendomi delicatamente. Ansiosa e con difficoltà ti aiuto a spogliarti. Ora siamo nudi. Le tue ...
«12»