1. Una madre - capitolo 4


    Data: 02/12/2017, Categorie: Lui & Lei, Autore: afrodite1969, Fonte: Annunci69

    (consiglio di iniziare la lettura dal primo capitolo: http://tinyurl.com/nst2f8g ) Quando Claudio tornò dal bar, lei si era appena vestita, e stava terminando di sistemare dopo la colazione. Luca non era ancora venuto in cucina, ora era sotto la doccia, e ci sarebbe rimasto per la sua solita mezz’ora, probabilmente. “Ehilà, già sveglia? Sono appena le dieci! Dormito bene? Che ne dici di un caffettino?” Suo marito era così, mezzo travolgente e mezzo maleducato: non aspettava neanche che gli altri rispondessero, andava avanti con le sue idiozie, col suo sorriso sincero ma indisponente. Tra l’altro, si svegliava sempre allegro, mentre lei ci metteva un bel po’ a carburare, e questo aumentava la sua irritazione, e il divertimento di Claudio. Quella mattina, però, anche lui si accorse che c’era qualcosa di diverso, perché dopo poco le domandò: “Tutto bene? Qualcosa non va?” “No”, le venne da rispondergli, “ho solo fatto una sega a tuo figlio, che vuoi che sia? E poi ho assaggiato il suo sperma, e non so neanche se mi piace più del tuo, perché “ già, ma in fondo, perché? Si voltò, e lo guardò con un misto di colpa e di profondo affetto. Anche lui la fissava, incerto su come proseguire la conversazione. Beh, quante volte era capitato che lei avesse la luna storta? Probabilmente, conveniva tornare al bar, e rientrare un’oretta più tardi; solo che quella volta c’era qualcosa di strano nei suoi occhi, nella bocca che sembrava sorridere ma di un sorriso triste, o forse sarcastico, nelle ...
     mani che si intrecciavano con lentezza esasperante. Prima che potesse aggiungere altro, lei si mosse, sempre fissandolo dritto negli occhi, gli andò incontrò, gli cinse le braccia al collo e iniziò a baciarlo lentamente e profondamente, come faceva da fidanzata. Claudio non sapeva cosa fare, ma di per sé la situazione era piacevole (per quanto inusuale), così ricambiò il bacio, ma quando fece per abbracciarla a sua volta incontrò il suo braccio che stava scendendo, fino ad appoggiare la mano suo suo sesso! Questo lo lasciò davvero stupefatto: non era mai capitato, in tutta la loro storia, né prima né dopo il matrimonio! Rimase letteralmente a bocca aperta, mentre lei continuava a giocare con la lingua e con le sue labbra; e intanto, la sua mano aveva abbassato la cerniera, e si era infilata nelle mutande! Stava forse sognando? Forse era ancora addormentato, anche se tutto sembrava così reale - ma anche così impossibile! Nel giro di pochi secondi si ritrovò con un’erezione pazzesca, da far male perfino; ed intanto lei continuava a baciarlo e ad accarezzarlo, e con l’altra mano sbottonava i pantaloni, che caddero al suolo tra le sue gambe. Che avesse mangiato qualcosa di strano? Era forse drogata? Tentò di guardarla negli occhi, ma lei si stava già abbassando, e prima che lui potesse capire cosa voleva fare, lei ce l’aveva già in bocca. In quell’istante lui smise di pensare, e cominciò a respirare come un mantice. Sì, anche lei ne era consapevole, non l’aveva mai fatto. Ma era ...
«12»