1. La Collega Universitaria


    Data: 02/01/2018, Categorie: Etero Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    Primo anno di Università, come mie tanti coetanei scelsi di intraprendere questa nuova avventura in una grande città distante da casa! Si sa nelle grandi metropoli lo stile di vita è diverso rispetto alle piccole realtà di provincia, e di conseguenza diverso è anche il modo di fare delle ragazze che in molti casi sono più disinibite e trasgressive. Sin dai primi giorni capii subito che quello sarebbe stato un anno speciale ma soprattutto eccitante.Nei primi mesi di lezioni in aula conobbi una ragazza di nome Selenia, mulatta metà italiana e metà marocchina, fui subito rapito dal suo corpo giunonico, era alta quanto me (io sono alto 1,80) forme sinuose e accattivanti, sembrava davvero una pantera, labbra carnose tipiche della gente di colore che ispiravano inevitabilmente pompini, ricordo che non aveva un bel seno ma compensava questa mancanza con un culo marmorea e perfettamente delineato, indossava sempre dei leggings di pelle neri o dei jeans a vita bassa dai quali si intravedeva spesso il perizoma che indossava rigorosamente ogni giorno. Senza ombra di dubbio era la più bella di tutto il corso poiché era davvero particolare ed unica. Abbiamo stretto subito amicizia, era una ragazza intraprendete ed oltre a studiare faceva anche la foto modella! Purtroppo aveva un unico difetto: era fedelmente fidanzata da anni, e a quanto lei decantava era soddisfattissima dal punto di vista sessuale. Con il passare dei mesi mi abituai all’idea di esserle solamente amico, nonostante il ...
     mio istinto maschile cercava sempre di farle capire quanta voglia avessi di portarmela a letto!Un giorno però Selenia soddisfò indirettamente le mie voglie sessuali. In quel periodo scopavo con una ragazza che però non mi soddisfava totalmente, ero costantemente alla ricerca di qualcosa in più…e quel qualcosa arrivò grazie a Selenia.Una mattina in aula Selenia mi venne incontro sorridente e mi disse:“Ciao bello, devo presentarti una persona, mi raccomando non fare l’antipatico scazzato e socializza con lei”Io ancora insonnolito le risposi con uno svogliato “va bene”.Poco dopo la vidi arrivare con una ragazza che aveva un viso solare ed un sorriso che ancora oggi ricordo perfettamente, da subito capii che era una ragazza piena di vita e non solo. Si chiamava Anna, aveva origini meridionali ma abitava da anni in un paese vicino la città in cui frequentavamo l’Università. Non era certamente una bomba di sensualità come la mia amica Selenia, ma aveva quel mix tra femminilità e mascolinità che a me fa impazzire, i suoi modi di fare emancipati mi eccitarono da morire, il suo modo di parlare e di scherzare mi affondarono sin dalle prime battute, mi ha colpito subito e dopo qualche sguardo mi misi in testa che dovevo portarmela a letto costi quel che costi.Finita la lezione invitai Anna al bar dell’università per una pausa.Dopo le solite frasi di rito calcai un pò la mano e le chiesi se fosse fidanzata“Attualmente no, ho chiuso da qualche mese con il mio ex che però ancora continua a ...
«1234»