1. il convegno .... prima parte


    Data: 01/09/2017, Categorie: Etero Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    Siamo seduti uno di fianco all'altra...il convegno dura ormai da un paio d'oree io ho smesso di seguirlo da circa un'ora e cinquantanove minuti, duranti iquali ho lasciato che il mio sguardo si dividesse tra la tua scollatura, le tuegambe nude sotto alla gonna al ginocchio e le tue scarpe col tacco alto esottile...ovviamente quando ti sei alzata per ritirare il materiale dallahostess non ho disdegnato anche di osservare con cura il tuo culo perfettamenteavvolto dalla stoffa della gonna nera che indossi oggi.....peccato non avereavuto il tempo per valutare la consistenza del tuo intimo...un collega difianco a me ha fatto lo stesso...forse lui si starà chiedendo la stessa cosa...io incrocio il suo sguardo e con gli occhi rispondo ai suoi dubbi “che ci vuoifare amico mio...moriremo entrambi senza sapere che cosa questa splendida donnaindossa sotto alla gonna..si lo so che le tette le hai viste bene....e che sonofantastiche...ma anche quelle aimè saranno un mistero....”lui mi risponde conun sorriso malinconico che dice “c'est la vie”.....allora io chino il capo....non mi sembra carino dirgli che in realtà sotto non indossi nulla e che lo soperché prima in bagno mentre ti infilavo la lingua in bocca ho smesso per unattimo di giocare coi tuoi capezzoli per alzarti la gonna e sfilarti ilperizoma...che ora giace tranquillo nella mia giacca....non mi sembra neppuresportivo dirgli che sei già al primo orgasmo che ti ho procurato sempre inbagno sditalinandoti mentre continuavamo a ...
     baciarci....Intento in queste mie riflessioni ti guardo mentre torni da me sorridente.....con quel sorriso che odio per quanto ogni volta mi faccia perdere il controllo… in questo momento potrei dare scandalo alzandomi e urlando davanti a tuttiche ti amo.....se nn smetti di sorridere succederà tra tre, due , uno.......mmmm per fortuna hai smesso....una sedia in piu tra noi due e sarebbesuccesso.....La pausa pranzo arriva come una benedizione... soprattutto per il mio cazzoche non ne può più della tortura che tu e il mio cervello gli stateinfliggendo....tu che continui “casualmente” ad accavallare le gambe e a farmisentire il tuo profumo.....il mio cervello rimandandomi le immagini di teappoggiata al marmo del bagno mentre mi incitavi con gli occhi a continuare ascoparti con le dita....Probabilmente te ne sei accorta...anche perché me lo hai distrattamenteaccarezzato nella calca del buffet …. mi chiedo allora perché stai facendo lastronzetta con quei colleghi di Milano che so benissimo ti stanno mangiando congli occhi...invece di essere già in camera completamente nuda e con il miocazzo in gola......Facendo un rapido calcolo abbiamo a disposizione un'ora intera.....durante laquale ho intenzione di scoparti e di farmi scopare in ogni modo e ogniposizione possibile....devo anche dedicarmi alla tua figa....questa mattina nonl'ho degnata nemmeno di una rapida leccata... e le tue tette sono troppoinvintanti per non accogliere almeno un mio orgasmo...Mi avvicino e ti fisso....poi quando ...
«12»